Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Zucchero incanta Londra. E si prepara ai sold out del tour italiano

Prende il via con dieci canzoni tratte dall’ultimo album Chocabeck il concerto di Zucchero alla Royal Albert Hall di Londra, a sette anni di distanza da quella mitica serata di duetti immortalata nel dvd Zu & Co-Live at the Royal Albert Hall.
Una scelta rischiosa, come ammette lo stesso bluesman di Roncocesi nell’intervista (vedi), per la difficoltà oggettiva di fare conoscere in un paese straniero un album cantato quasi completamente in italiano.
Una scelta che, nonostante tutto, si dimostra però vincente: sarà per l’indubbia forza trascinatrice dei tre singoli E’ un peccato morir, Chocabeck e Vedo nero, sarà per la lunga attesa di rivedere Zucchero su un palco inglese, ma il pubblico di Londra risponde immediatamente all’appello, e con un entusiasmo che già all’ingresso di Sugar sul palco si trasforma in una standing ovation.
E la festa si ripete quando si passa ai grandi successi di Zucchero, tanto quelli “da ascolto” (Così celeste, Diamante, Il volo) quanto quelli da ballo, e da ballo scatenato. Sugar, da buon ospite, non si presenta ai londinesi a mani vuote, e ne regala anche qualche versione in inglese (Everybody’s Got To Learn Sometime, From Out of Nowhere, cantata insieme alla chitarrista Kat Dyson, e Without a Woman).
A metà serata, quando Zucchero racconta della sua prima volta alla Royal Albert Hall nel 1999, come supporto ad Eric Clapton, più di una persona non resiste alla tentazione di immaginare che stia per materializzarsi sul palco il rocker britannico accompagnato dalla sua mitica chitarra. Ma l’unico duetto che Sugar inserisce in scaletta è quello “virtuale” con Luciano Pavarotti sulle note di Miserere, un omaggio ad «un amico che non c’è più fisicamente, ma che è sempre vicino a me».
Dopo più di due ore di grida, salti ed emozioni, si esce dalla Royal Albert Hall sudati e senza un filo di voce. Se queste sono le premesse del tour italiano, che prenderà il via il 2 giugno con cinque serate già sold out all’Arena di Verona, allora l’estate ci riserverà uno spettacolo assolutamente da non perdere.

 

INTERVISTA (grazie a Marina Testori per la collaborazione)
Come sta procedendo questo inizio di tour?
Sempre tutto esaurito, piace molto, io e la band ci divertiamo moltissimo ed il pubblico ci ripaga, insomma tutto perfetto per ora.
Sei contento di come le canzoni di Chocabeck rendono dal vivo?
Assolutamente sì, ed anche da come sono accolte. All’estero non tutti conoscono ancora l’intero album… alcuni solo i singoli… ma li ho conquistati.
Con il desiderio di rodare quanti più nuovi brani possibili, ma anche con così tanti successi alle spalle, come prepari le scalette dei concerti?
Ho rischiato molto mettendo nella prima parte tutto Chocabeck, proprio nell’ordine dell’album, e poi i successi nella seconda parte tutti riarrangiati, ma sta andando molto bene. Non ci volevo credere invece…
La Royal Albert Hall è la prima grande arena estera in cui ti sei esibito… che ricordi hai dei primi concerti fuori dall’Italia?
Ero sempre pieno di paure e di dubbi, anche se credevo fermamente nella mia musica. Ma da quel che sappiamo ormai è andata da dio, oltre le aspettative, ed i ricordi sono centinaia e centinaia… chissà, forse un giorno li racconterò in un libro.
Fra l’altro, uno dei concerti alla Royal Albert Hall fu anche quello a cui assistette Brian May…
Già, uno dei miei migliori amici oggi, oltre a Bono, Sting e tanti altri.
Sempre in tema di Queen, farai ritorno a Londra il prossimo 5 settembre?!? (compleanno di Freddie Mercury, e giornata di un concerto tributo in suo ricordo, ndr)
Non si sa ancora nulla.
Sei pronto per i tutti esauriti all’Arena di Verona? Un bell’inizio per il tour italiano…
Prontissimo e gasatissimo, ed anche per le altre 2 date il 25 e 26 settembre. Festeggerò per la prima volta sul palco un compleanno, molto speciale…
Nel libro Incontri con il diavolo e l’acquasanta che raccoglie le tue chiacchierate con Massimo Cotto ho letto del tuo timore, ancora oggi, di salire sul palco in certe occasioni… che cosa ti fa ancora paura?
Non è paura come la si intende comunemente, è emozione… è sempre come la prima volta.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1004 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:37726640