Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Vicenda potassio, parla il procuratore di Ravenna

Andiamo a parlare della vicenda dell’anziana morta all’ospedale di Lugo con alte concentrazioni di potassio nel corpo per cui la procura di ravenna starebbe indagando per omicidio volontario. La vicenda è stata confermata nella sostanza dal procuratore capo Alessandro Mancini.

Un’indagine “estremamente complessa e delicata, dall’esito non scontato”, a dirlo è stato il procuratore capo di Ravenna Alessandro Mancini nel confermare la vicenda anticipata ieri da “Il corriere di Romagna” che riguarda un’inchiesta per la morte sospetta l’8 aprile scorso di un’anziana ricoverata all’ospedale di Lugo. Il malore per cui la donna era arrivata al nosocomio non sembrava particolarmente grave e un’indagine interna disposta dall’Ausl sulla morte avrebbe portato alla scoperta che nel corpo della donna ottantenne deceduta c’erano concentrazioni eccessive di potassio, che è una sostanza in grado di provocare arresti cardiaci, viene utilizzata per le esecuzioni capitali con iniezione letale e ha la caratteristica di tendere a svanire velocemente dall’organismo. Dopo la scoperta è partito un’esposto dell’Ausl alla procura da cui è naturalmente scaturita un’inchiesta che vedrebbe indagata un’infemiera per omicidio volontario. “Accertamenti a ritmi serrati iniziati a partire da venerdì”- ha aggiunto Mancini. Gli inquirenti, ha aggiunto, sono concentrati su “una serie di casi per i quali sono emersi dei sospetti”. La pensionata, da tempo ospite in una casa di riposo, era alle prese con problemi di salute legati al diabete ed era stata ricoverata, ma non era grave. Dopo l’esposto dell’Ausl, che non ha commentato la vicenda, la Procura ha disposto una nuova consulenza medico legale, motivo per cui l’infermiera avrebbe ricevuto un avviso di garanzia così da poter nominare consulenti per partecipare all’accertamento. Obiettivo dell’esame sarebbe quello di accertare la quantità di potassio presente nel cadavere. Il Procuratore, che non ha confermato che l’indagata sia effettivamente un’infermiera, ha comunque rassicurato gli attuali pazienti: “Non corrono nessun pericolo – ha detto – se non altro perché la persona indagata non è attualmente in servizio”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 987 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:29 ram:30512096