Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

V edizione Premio Pirazzini presentata a Imola. “Se lo sport diventa social”

“Se lo sport  diventa social: libertà é partecipazione ma occhio agli eccessi”. Questo il tema della quinta edizione del Premio “EZIO PIRAZZINI PROTAGONISTA DI UNA PASSIONE” presentato questa mattina a Imola dedicato ai ragazzi delle scuole superiori.

Ezio Pirazzini fotografato davanti alla casa natale di Enzo Ferrari, con in mano il libro che il giornalista imolese aveva dedicato al Drake. E’ questa la nuova immagine che campeggia nel manifesto della quinta edizione del concorso “Ezio Pirazzini, protagonista di una passione”, aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori di Imola. Un’immagine che sancisce il forte legame, una vera amicizia intercorsa fra Ezio Pirazzini e Enzo Ferrari, e che vuole rendere omaggio al 70° anniversario del Cavallino Rampante.

Dedicato alla memoria del giornalista sportivo imolese, il concorso è in pieno svolgimento, organizzato dall’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia – sezione di Imola, insieme alla figlia Gabriella Pirazzini, a Marco Isola e Vinicio Dall’Ara, e ad altri amici del giornalista. L’obiettivo è quello di mettere in evidenza la passione legata allo sport, l’importanza delle discipline sportive e i principi che li ispirano, le strutture locali e l’offerta esistente, insieme alla capacità degli studenti di formulare tali concetti attraverso articoli, piccoli saggi o filmati. Questa quinta edizione ha come sottotitolo “Se lo sport  diventa social: libertà é partecipazione ma occhio agli eccessi”.

“Lo spunto sui social ci è venuto analizzando come attraverso questo modo “virale’ si riescono a conoscere e condividere storie meravigliose che altrimenti finirebbero nel dimenticatoio, perché erroneamente considerate ‘minori’. A ciò si aggiunge il ruolo delle pagine Facebook dei campioni, che attraggono migliaia di follower, diventando riferimento per le nuove generazioni. E la considerazione di come tutto ciò che è “social” da Fb a Twitter, da Instagram al web può diventare un’efficace modalità di comunicazione per associazioni sportive, gruppi, per la condivisione di eventi, ecc.” spiega Gabriella Pirazzini.
“Ci è parso così di poter dare un valore di attualità al filo conduttore del premio, attraverso strumenti che i giovani conoscono bene, senza dimenticare il principio fondante dei valori sportivi cui il premio si ispira, e facendo attenzione a non cadere nei tranelli della rete. E questo ovviamente lo si potrà declinare attraverso gli scritti e il racconto per la parte articolo ed attraverso videoclip brevi che possano essere “postati” sui social o pubblicati su YouTube, per la sezione audiovisivi/multimedia ed ancora attraverso qualunque forma espressiva che possa motivare la creatività dei ragazzi, da Instagram a Facebook a Twitter” conclude Gabriella Pirazzini.

Insieme a lei, alla conferenza stampa è prevista la partecipazione, fra gli altri, di Gianfranco Bernardi, presidente regionale dall’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia per l’Emilia Romagna, Giuseppina Brienza, assessore alla Scuola del Comune di Imola, Annalia Guglielmi, assessore all’autodromo del Comune di Imola, Uberto Selvatico Estense il presidente di Formula Imola, Pier Giovanni Ricci, direttore dell’autodromo, Moreno Grandi, presidente Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia sezione di Imola, dei dirigenti scolastici in rappresentanza degli istituti superiori imolesi e dei giornalisti Beppe Tassi, Raffaele Dalla Vite e Renato D’Ulisse.

Le due sezioni del concorso – Il concorso è articolato in due sezioni: sezione stampa (è prevista la scrittura di un articolo che non potrà superare le 60 (sessanta) righe); sezione audiovisivi (Il prodotto multimediale potrà consistere in un sito, un ipertesto, un filmato (in formato .mov .avi .wmv .flv .mpg2 .mp4 .m4v .vob; dimensioni minime 640×480; dimensioni massime 1920×1080).
La competizione consiste, pertanto, nello svolgimento da parte di studenti (singoli, gruppi di allievi di una stessa classe o di più classi) del tema assegnato in forma di articolo e/o di prodotto multimediale. La partecipazione è gratuita.
“Naturalmente le sezioni sono ‘aperte’ anche ad altre forme espressive che via via stanno trovando spazio nelle stesse scuole, come il fumetto, l’illustrazione, il disegno, la poesia, la fotografia. Insomma, vogliamo dare spazio e accogliere i tanti e differenti modi in cui la creatività degli studenti e delle studentesse sa esprimersi” aggiungono Gianfranco Bernardi e Moreno Grandi.
La Commissione giudicatrice è composta da giornalisti, videomaker, fotoreporter, atleti, piloti, personaggi di spicco della realtà emiliano romagnola e rappresentanti dello sport e del giornalismo nazionale. E in particolare tutti i giurati specializzati Pino Allievi, Raffaele Dalla Vite, Renato D’Ulisse, Beppe Tassi, Ezio Zermiani mettono in luce la crescita del premio di anno in anno, sia come partecipazione sia come livello degli elaborati, che spaziano anche nei nuovi linguaggi multimediali, come dimostra la app seconda classificata lo scorso anno.

Premi e cerimonia di premiazione – L’elaborato dovrà pervenire, a cura della scuola di appartenenza, entro il 15 aprile 2017. I premi potranno essere ritirati personalmente dai vincitori, nel corso della cerimonia di premiazione che si svolgerà martedì 16 maggio 2017 (inizio cerimonia ore 10,30) all’autodromo di Imola.
I premi sono distinti per sezioni (articolo e prodotto multimediale) e per ciascuna sezione sono stabiliti come segue: 1° classificato € 300,00; 2° classificato € 200,00; 3° classificato € 100,00. Le scuole partecipanti riceveranno un contributo di € 200,00 a ricordo. Alla scuola che maggiormente si è impegnata in elaborati di pregio, viene dato un ulteriore premio che consiste nel gilet, emblema di Ezio Pirazzini, realizzato in ceramica dallo scultore Ermes Ricci, e arricchito dal papillon.
A giudicare i lavori sarà una commissione composta oltre che dagli organizzatori del concorso, anche da alcuni giornalisti che sono stati i colleghi più cari ad Ezio Pirazzini, quali Pino Allievi, Raffaele Dalla Vite, Renato D’Ulisse, Beppe Tassi, Ezio Zermiani.

Sponsor e patrocini – La manifestazione è resa possibile grazie al sostegno di Comune di Imola; Fondazione Cassa di Risparmio di Imola; Crame; Allianz Bank con i financial advisor Alessando Parra e Gabriele Accorsi; la BCC Romagna Occidentale; Con.Ami; Clai; con il patrocinio di Formula Imola società di gestione dell’autodromo; del QN il Resto del Carlino; di Telesanterno e di IF Imola Faenza Tourism Company. Un ringraziamento speciale alla Tenuta Poggio Pollino ed alla CIA di Imola che, con le aziende del territorio sue associate, quali l’azienda vitivinicola Jacopo Giovannini, gli agriturismi La Taverna di Fontanelice, Ca’ del Becco di Casalfiumanese e la Fattoria delle Donzelle di Imola fornirà premi con i loro prodotti alle classi e agli insegnanti che si saranno maggiormente distinti in questa quinta edizione, oltre al buffet del giorno della premiazione il 16 maggio.

Ezio Pirazzini: una vita da protagonista – Nato a Imola, dove ha continuato a vivere sempre, Ezio Pirazzini (1923-2010) ha praticamente girato tutto il mondo, vivendo sul campo 5 Olimpiadi (Londra 1948, Helsinki ‘52, Melbourne ‘56, Roma ’60, Monaco ’72), 526 gran premi di moto e di auto, mondiali di ciclismo, una infinità di altre manifestazioni sportive, conoscendo e diventando amico di tutti i grandi protagonisti del motorismo, legato da una sincera e profonda amicizia con Enzo Ferrari, oltre che con Checco Costa. Ha scritto tredicimila articoli per 45 testate, tutti raccolti e ben conservati con i quali voleva entrare nel Guinness dei Primati. Tanti i riconoscimenti, dal Premio Ussi a “Leader d’opinione 1973”, dal “Severo Boschi” al “Due torri d’oro” al “Bancarella sport” come finalista. Inoltre ha vissuto in prima persona la nascita dell’autodromo di Imola, al quale ha dedicato diverse opere, come “La 200 miglia d’Imola, Daytona d’Europa”, ma soprattutto nel 1990 “L’autodromo di Ferrari”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Antonella Zangaro

Autore

Articolo scritto da: | 869 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:34141912