Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Un allenatore “sacchiano” a Bologna

Il Bologna riparte da Davide Ballardini. Nella giornata odierna il tecnico ravennate, chiamato a raccogliere l’eredità dell’esonerato Stefano Pioli, ha firmato un contratto della durata di sei mesi, con scadenza fissata al 30 giugno 2014. Per la rincorsa alla salvezza, Ballardini ha richiesto, e ottenuto dalla società, di essere affiancato dai suoi uomini di fiducia: a Casteldebole, infatti, sono sbarcati anche Carlo Regno, nel ruolo di allenatore in seconda, il collaboratore tecnico Stefano Melandri, il preparatore atletico Andrea Rinaldi e, per concludere, Mario Paradisi come preparatore dei portieri. Un vero e proprio nuovo staff dunque, che avrà il delicato compito di far ritrovare a Diamanti e compagni quella fiducia che, negli ultimi mesi, sembra essere venuta meno. Missione difficile, certo, ma Ballardini, a simili imprese, non è certo nuovo. Dopo essersi fatto le ossa in alcuni importanti settori giovanili, tra i quali spicca quello del Milan, e in C1, alla guida della Sambenedettese, il neo allenatore rossoblu ha avuto modo di confrontarsi con la massima serie del nostro calcio nel 2005, sulla panchina del Cagliari. Il rapporto con il club sardo, tuttavia, si interrompe prima del tempo, dopo appena 9 giornate, così come a Pescara, in B, nell’anno seguente. Il riscatto arriva nel dicembre 2007, ancora a Cagliari. Partito da una situazione di classifica decisamente infelice, il tecnico strappa un’insperata e clamorosa salvezza, lanciando giocatori come Robert Acquafresca, talento che ora, sotto la guida del suo mentore, potrebbe finalmente tornare ai fasti di un tempo. Ballardini prosegue la sua avventura in serie A a Palermo, per passare poi nelle fila della Lazio, con cui, a Pechino, vince la Supercoppa Italiana nell’estate del 2009. Esonerato dai biancocelesti a febbraio 2010, passa al Genoa dal novembre seguente, piazzandosi a fine campionato in decima posizione. Ancora qualche mese al Cagliari, nell’inverno 2011-12, mentre nelle ultime 17 partite della stagione 2012-13 conquista, con due turni di anticipo, la salvezza col Genoa, dopo un subentro in gennaio. Oggi la sua avventura riparte da Bologna, su quella panchina rifiutata ad ottobre 2011, proprio poco prima dell’arrivo di Pioli. Per la salvezza, Guaraldi ha deciso di affidarsi ad un allenatore che fa del possesso palla il suo credo calcistico e che, secondo un certo Arrigo Sacchi, possiede grandi abilità nel gestire i rapporti con i giocatori, mettendoli nelle condizioni di rendere al meglio delle loro possibilità. Parlare di moduli tattici è ancora prematuro, ma certo è che Ballardini nutre una simpatia per il 3-3-1-3, schieramento che, a suo dire, garantisce la giusta ampiezza di manovra e, grazie al trequartista che lega i reparti, la necessaria profondità. Sabato sera, in occasione della partita contro la Lazio, i tifosi del Bologna sperano di vedere già i primi miglioramenti. Affascinante un’affermazione di qualche anno fa di Natale Bianchedi, maestro di calcio e di vita dello stesso Ballardini: “Vedere gli allenamenti di Davide è come andare a mangiare una pizza al ristorante sotto casa mia. Ogni volta la cucina diversamente, ma è sempre buonissima”. Il Dall’Ara non vede l’ora di scoprirlo…

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_ballardini_story_20140108.mp4
Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 428 articoli inseriti

Un Commento in “Un allenatore “sacchiano” a Bologna”

  • alberto scritto il 9 gennaio 2014 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 20:06

    Il tentativo di AlGua”sanguisuga”con l’esonero di S.Pioli é di far cadere su di lui la colpa della bassa classifica del Bologna fc. Le vendite dei giocatori migliori (D.Rocca, Mudingayi, Raggi, Ramirez,Gillet, Portanova, Capello, Taider ) per un valore di oltre 45 milioni inassate dalla società e fatte uscire con acquisti di giocatori inutilizzabili perchè di basso costo come Marti Riverola, Mathias Abero, Alibec, Crespo, o prestiti come Cristaldo, Sorensen sono tentativi di nascondere la realtà. Davide Balardini (pochi soldi per 6 mesi) col richiamo di Salvatore Bagni per salvarsi dalla causa di lavoro sono la realtà della “sanguisuga” Forza Bologna!

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:30520368