Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Trascrizione delle nozze gay a Bologna, cresce la polemica

A Bologna prende corpo la polemica sulla trascrizione delle nozze gay contratte all’estero disposta dal sindaco Virginio Merola. Il prefetto di Bologna nelle scorse ore aveva chiesto di annullare il provvedimento. Intanto a favore o contro la direttiva del sindaco polarizzano posizioni opposte.

Cresce e supera i confini di Bologna la polemica sulla trascrizione nel registro comunale delle nozze gay contratte all’estero. La querelle è scoppiata a seguito della lettera inviata venerdì scorso dal prefetto Ennio Mario Sodano al sindaco Virginio Merola con la richiesta di annullare la direttiva comunale entrata in vigore in queste ore che dispone la trascrizione, richiesta a cui il sindaco ha opposto un diniego.

A quanto si è appreso, la missiva del prefetto sarebbe stata motivata da indicazioni contenute nella stessa direttiva comunale, oltre che da una circolare ministeriale del 2007. Il prefetto, in pratica, si sarebbe limitato ad applicare le istruzioni ufficiali che prevedono l’intranscrivibilità di questi atti. Alcune di queste istruzioni, che sono appunto indicate nella direttiva, si riferiscono a pronunce della Cassazione. Inoltre Sodano sarebbe intervenuto perché le funzioni svolte dai sindaci in queste materie sono a loro attribuite come organi delegati dallo Stato e di conseguenza soggetti a una vigilanza gerarchica, che spetta allo stesso prefetto.

La decisione del sindaco Merola, quindi a causa dell’inesistenza di conseguenze pratiche e giuridiche, potrebbe portare dalla semplice richiesta all’effettiva revoca da parte del prefetto. In queste ore, il primo cittadino di Bologna ha però incassato l’appoggio di vari soggetti, a partire da quello del collega Ignazio Marino, sindaco di Roma che ha annunciato di aver chiesto ai partiti politici e al presidente dell’Assemblea capitolina che si avvii il processo per il riconoscimento dei matrimoni contratti all’estero, sia di eterosessuali, sia di omosessuali, di coppie che si trasferiscono a vivere nella capitale definendo la cosa, come Merola aveva fatto, “una normale procedura di civiltà”. Il presidente nazionale di Sel Nichi Vendola ha invece auspicato la rimozione sia del prefetto che del ministro dell’Interno Angelino Alfano.

Non tutte le voci sono però favorevoli alla decisione del sindaco Merola. “La posizione del Comune di Bologna sul riconoscimento dei matrimoni gay all’estero assomiglia a un ‘colpo di mano’ ha affermato la Curia di Bologna, attraverso le parole del vicario generale Giovanni Silvagni. Strali all’indirizzo della decisione del sindaco sono arrivati poi sia dai vertici nazionali che locali del Nuovo Centrodestra. Michele Facci, presidente del gruppo Forza Italia in Comune, per contestare la scelta del sindaco ha annunciato una manifestazione di protesta per sabato dalle dalle 17 alle 19 in Piazza Santo Stefano.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7007 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30510120