Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Terremerse: Errani si dimette. La regione verso nuove elezioni

Una sentenza che ha sconvolto gli equilibri politici dei vertici regionali.

Il presidente Errani ha immediatamente presentato le sue dimissioni.

La Corte d’Appello di Bologna ha condannato a un anno il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, imputato per falso ideologico nel processo ‘Terremerse’. Condanne a un anno e due mesi anche per due dirigenti regionali. E’ il processo collegato alla presunta truffa sul finanziamento da un milione alla coop agricola Terremerse presieduta nel 2006 dal fratello di Errani, Giovanni. La procura generale aveva chiesto condanne di due anni per Errani, due anni e due mesi per i dirigenti regionali Filomena Terzini e Valtiero Mazzotti, accusati questi due di concorso nel falso e favoreggiamento e tutti e tre assolti in primo grado.

Una sentenza che ha sconvolto gli equilibri politici dei vertici regionali.

Il presidente Errani ha immediatamente presentato le sue dimissioni.
“Mi dimetto e nel farlo rivendico il mio impegno e la mia onestà. Ho sempre messo l’istituzione davanti ad ogni altra considerazione”. Questa la prima dichiarazione del presidente dopo la sentenza emessa oggi dalla Corte d’appello di Bologna, annunciando ricorso in Cassazione e dicendosi innocente. “E’ un momento di amarezza. Ma per prima cosa non parlo di me – ha detto Errani in una dichiarazione scritta – Parlo della Regione, perché il mio compito è tutelare l’istituzione, il suo onore, la realtà pulita e di esempio a tanti che è questa Emilia-Romagna. Ho sempre messo l’istituzione davanti ad ogni altra considerazione – a me stesso – e non cambio ora. Non si faccia nessuna confusione: quanto subisco io personalmente non diventi fango per l’istituzione. Per questo intendo rassegnare subito le mie dimissioni, e nel farlo rivendico il mio impegno e la mia onestà lungo tutti questi anni. E la mia piena innocenza anche in questo fatto specifico. Piena innocenza”. “Dunque annuncio subito che presenterò ricorso affinché prevalga questa semplice verità – ha concluso Errani – Le mie dimissioni sono dunque puramente un gesto di responsabilità. Ad esse unisco il ringraziamento a collaboratori, istituzioni, organi dello Stato, forze sociali ed economiche, perché con tutti c’è stata una collaborazione significativa e costruttiva. A tutti, ancora grazie ed un augurio di buon lavoro”. Una doccia fredda per tutta l’istituzione regionale. Con le dimissioni di Vasco Errani la Regione Emilia-Romagna si avvia così verso le elezioni. Lo prevede l’articolo 126, comma 3, della Costituzione. Le dimissioni volontarie del presidente della Regione, recita il comma, “comportano le dimissioni della Giunta e lo scioglimento del Consiglio”.

Una persona perbene e il miglior Presidente che l’Emilia-Romagna abbia avuto”. Questo il commento di Pier Luigi Bersani alla sentenza della Corte d’appello.
“Piena solidarietà al presidente Errani del quale sono convinto della assoluta innocenza dimostrata tra l’altro dalla sentenza di assoluzione in primo grado che non lasciava margini di dubbio. Credo che la sentenza di oggi sia viziata da un precedente molto discutibile quando il Pm nell’arringa ha chiesto il massimo della pena ‘per dare un segnale’. Un’espressione preoccupante e infelice”. Così l’assessore regionale alla cultura, Massimo Mezzetti, ha commentato la condanna.

“Invitiamo Vasco Errani a riconsiderare le sue dimissioni da presidente della regione Emilia Romagna. Proprio le parole con cui ha motivato la sua decisione dimostrano il suo senso dello Stato e delle Istituzioni”. Lo chiede la segreteria del Pd che conferma la stima nei suoi confronti e nel lavoro svolto.
Ed è anche tempo di parlare di successioni.
In pole position per le candidature Pd ci sono già Stefano Bonaccini, segretario regionale uscente e responsabile Enti locali nella segreteria di Matteo Renzi, e Daniele Manca, sindaco di Imola e presidente regionale dell’Anci, anche lui renziano. Poche settimane fa si era fatta sentire la voce anche della vicepresidente della Regione Simonetta Saliera.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 987 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:30525344