Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Tenta estorsione a vertici Bper, fermato imprenditore

Un imprenditore di 61 anni è stato fermato dai carabinieri di Modena per una tentata estorsione ai danni dei vertici della Banca Popolare dell’Emilia-Romagna. Ora si trova agli arresti domiciliari.

E’ accusato di tentata estorsione aggravata e continuata ai danni dei vertici della Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, Claudio Terruzzi, imprenditore modenese di 61 anni residente nel Parmense. Con lettere con minacce di morte, a firma di un fantomatico gruppo criminale, la ‘Falange armata contro le banche’ e telefonate dirette anche ai familiari dei destinatari, da settembre aveva preteso 4 milioni di euro come risarcimento per presunte vessazioni subite dai risparmiatori dal sistema bancario. A bloccarlo sabato sono stati i carabinieri di Modena che hanno eseguito il decreto di fermo emesso dalla Procura.

Le indagini erano partite dalle denunce presentate dalle vittime. Per gli investigatori l’imprenditore, a causa del dissesto finanziario della società di servizi, poi fallita, della quale era amministratore, non era riuscito a pagare le rate di alcuni mutui accesi proprio presso una filiale della Bper, per oltre 300.000 euro, con conseguente pignoramento di alcuni immobili di proprietà della famiglia. Le perquisizioni fatte sulla sua vettura, a casa ed in ufficio, hanno permesso di trovare anche alcune lettere estorsive non ancora recapitate ed indirizzate anche ad altri consiglieri dello stesso gruppo bancario. Ma c’erano anche foto ed annotazioni con gli orari degli spostamenti delle vittime e dei loro familiari, oltre che schede telefoniche e computer, che sono stati sequestrati.

Durante le indagini Terruzzi, incensurato ma con precedenti di polizia per truffe, si era spinto fino al punto non solo di fare chiamate anonime da cabine telefoniche, ma addirittura è stato ripreso dai carabinieri mentre faceva appostamenti e pedinamenti nei pressi delle abitazioni e dei luoghi di lavoro delle vittime e dei loro famigliari. Dopo il fermo sabato è stato portato nel carcere di S. Anna a Modena. Duranze l’udienza di convalida del fermo il Gip ha confermato l’impianto accusatorio ed ha disposto nei confronti dell’indagato la misura cautelare degli arresti domiciliari.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30535776