Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Tar dell’Emilia-Romagna: inaugurato l’anno giudiziario

Si è tenuta questa mattina a Bologna l’inaugurazione dell’anno giudiziario del Tar. Il presidente Giuseppe Di Nunzio che ha parlato dell’andamento dell’attività svolta nel 2015.

E’ emergenza organico al Tribunale Amministrativo Regionale dell’Emilia-Romagna. A lanciare l’allarme, durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario, è stato il presidente Giuseppe Di Nunzio. “Non ci saranno tre magistrati in una delle due sezioni che compongono il tribunale-ha detto- e il servizio di giustizia amministrativa si dovrà interrompere per metà delle materie trattate”. A Bologna infatti nel 2015 erano in servizio otto magistrati, quattro per sezione, e tre di questi non lavoreranno più nel tribunale emiliano-romagnolo, portando così l’organico a cinque. Di conseguenza una sezione lavorerà a ritmo ridotto con soli tre magistrati, il minimo, e – ha aggiunto il presidente – “l’altra sezione avrà due magistrati, e non lavorerà per niente”. “Tutti vogliamo una giustizia rapida per decidere – ha spiegato di Nunzio – Ci sono ragioni di carenze di organico ripetute ogni anno e in ogni tribunale, ma qui c’è un problema in più – ha detto – Ci sarà certamente un intervento dell’organo di autogoverno che manderà almeno un magistrato in più come da noi già chiesto. Ma anche se ci sarà un magistrato in più, col fatto che se ne vanno tre, ce ne saranno due in meno”. Di conseguenza le “previsioni sul futuro del processo amministrativo a Bologna e in Emilia-Romagna non possono che essere negative e la durata dei processi aumenterà”. In rappresentanza del consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, l’organo di autogoverno, il presidente Bruno Lelli ha però assicurato che nel mese di aprile il problema dovrebbe essere risolto. Un altro tema trattato da Di Nunzio è quello relativo alle decisioni prese nel corso dell’anno: “Quando vediamo che il numero dei ricorsi definiti supera quello dei depositati – ha detto – è una realtà, ma accade perché molte pronunce decretano la morte sopravvenuta del ricorso e non perché vengono decise nel merito”. Nello specifico, il Tar dell’Emilia-Romagna ha 4.609 ricorsi pendenti a fine 2015, che sono diminuiti rispetto ai 5.140 del 2014; sono diminuiti inoltre i ricorsi depositati, arrivati a 1.122 così come sono calati quelli decisi.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7007 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:30525640