Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

jump to centrootticomegavision.com

Tagliaventi: “Il progetto di ristrutturazione del Dall’Ara, potrebbe partire entro fine anno”

Professore, come è nato il vostro progetto di ristrutturazione dello stadio Dall’Ara?
“L’idea è nata più o meno un anno e mezzo fa, quando a Bologna si parlava unicamente di portare la squadra a giocare lontano dalla Città, costruendo uno stadio nuovo altrove. Quello che abbiamo cercato di fare è esattamente ciò che è stato fatto in quasi tutte le città inglesi, europee e americane: oggi il 90% degli stadi si trova dentro le città, addirittura si è creata una nuova tipologia di struttura, quella degli stadi urbani.
Noi abbiamo quindi pensato che anche Bologna potesse avere una simile occasione, tenuto conto del fatto che il Dall’Ara è uno degli stadi più famosi al mondo e del fatto che nell’area circostante la struttura c’è abbastanza spazio da permettere la realizzazione di un progetto più ampio, che riqualifichi parte della periferia.”

Ad oggi qual è lo stato dell’arte del progetto?
“Prima di tutto, noi ci siamo incontrati con Giovanni Consorte, che è il grande artefice dell’operazione societaria, ed è fortemente convinto della rinascita del Bologna e della Città. Personalmente, tenuto anche conto di quella che è stata la mia formazione accademica, sono convinto che questa rinascita possa partire proprio dalla ristrutturazione del Dall’Ara.
Successivamente, alla conferenza stampa di presentazione del progetto abbiamo chiamato dei candidati sindaci, che in futuro potrebbero trovarsi a valutarne l’effettiva realizzazione: abbiamo voluto stimolare il dibattito prima delle elezioni, in modo tale da comprendere la disponibilità e le posizioni dei candidati rispetto a questo tema.
Infatti, il progetto è stato pensato perché -dal punto di vista economico- sia effettivamente realizzabile e possa addirittura generare profitto per il Bologna e per il Comune; chiaramente, però, la decisione sarà di natura politica.”

Ha visto il progetto dell’Associazione Pro-Bologna con la quale avete avuto l’incontro con Consorte? Ritiene che i vostri progetti possano coesistere?
“Sì, l’ho visto; il nostro progetto è concepito proprio per accogliere al suo interno i contributi di tanti. Questa è un’operazione molto importante, un intero quartiere dello sport, per cui noi saremmo solo felici se ci fossero numerosi attori pronti a partecipare a questa impresa.”

Dove dovrebbe giocare il Bologna, mentre si procede alla ristrutturazione del Dall’Ara?
“Premetto: lo stadio dovrebbe essere completamente ristrutturato in tre anni, e in cinque dovrebbe essere completato l’intero progetto, comprendente le altre realizzazioni edilizie, ossia il museo del Bologna, il centro direzionale della società su Via Andrea Costa, spazi commerciali e abitazioni per 1500 persone.
Per quanto riguarda il campo da gioco, la soluzione da attuarsi è quella di una ristrutturazione in più fasi, analoga a quella cui sta procedendo il Tottenham a Londra: il Bologna potrebbe così continuare a giocare al Dall’Ara anche durante la ristrutturazione.”

Quali sono gli investimenti legati al progetto?
“Per realizzare questo progetto occorrono 225 milioni di euro, ossia 1500 euro a metro quadrato per tutta la parte residenziale e terziaria. Il Comune, che è proprietario dell’area, cede il terreno e il diritto di costruire: noi abbiamo ipotizzato una cifra (ossia un valore di 500 euro a metro quadrato).
Se 225 milioni di euro sono il costo, a questi bisogna aggiungere il premio da pagare al Comune per entrare in possesso del diritto di edificare (i 500 euro al metro quadrato citati prima, ossia 75 milioni complessivamente): 300 milioni di euro sono i costi per realizzare l’operazione. Il Bologna, vendendo a tutta l’area ad un prezzo di 3000 euro al metro quadrato, realizza 450 milioni di euro , quindi ha un utile di 150 milioni di euro. A questi vanno tolti 100 milioni di euro per la ristrutturazione del Dall’Ara: alla fine dell’operazione, il Bologna ha un guadagno di 50 milioni di euro, mentre il Comune (cioè i cittadini) hanno un utile di 75 milioni di euro.”

Il progetto potrebbe godere di finanziamenti governativi?
“Ci potremmo appoggiare ad una legge bipartisan legata alla realizzazione di nuovi stadi in approvazione in questi giorn i, che prevede contributi fino all’80% del costo di realizzazione del nuovo stadio. Con questa legge operativa, ci sarerebbero più o meno altri 80 milioni di euro finanziati dal credito sportivo e dalle istituzioni.”

Qual è il prossimo passo del vostro progetto? Avete in programma altri incontri con il Bologna o le istituzioni?
“Ci sarà un incontro fissato con Giovanni Consorte a breve; ovviamente questa strada prevede che sia pronto un progetto nel momento in cui la nuova amministrazione comunale sia insediata. Immaginando un mondo sano, questa amministrazione dovrebbe fare di tutto per contribuire la rinascita della Città, magari partendo dal Dall’Ara. In questo caso, il progetto potrebbe partire fattivamente entro fine anno.”


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 2295 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:26 ram:24944024