Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Sospetto caso di “mucca pazza” in regione

Saranno gli ulteriori esami svolti presso l’istituto Marco Besta di Milano a chiarire se i sospetti dei medici di Policlinico di Modena, circa la causa di morte di una donna settantenne della stesso provincia modenese, portano realmente ad una diagnosi di encefalopatia spongiforme, tristemente conosciuta come variante umana del morbo della “mucca pazza”. Un sospetto che aggiunge nuove apprensioni sanitarie nella nostra regione, a quelle legate all’aumento dei casi di influenza suina. Il decesso della donna modenese, sospettata di aver contratto il morbo della “mucca pazza”, è avvenuto sabato scorso, in seguito ad una repentina degenerazione neurologica. Un crollo così rapido ed improvviso da far pensare in un primo tempo ad un Alzheimer fulminante particolarmente distruttivo. E’ stata la successiva autopsia, eseguita presso lo stesso Policlinico, a far emergere l’ipotesi di “mucca pazza”, ipotesi che dovrà comunque essere confermata o smentita dalle ulteriori analisi che verranno fatte presso un istituto specializzato milanese al quale è stato inviato un campione di sostenza cerebrale della donna. Nel frattempo per precauzione i locali in cui è stata ricoverata la donna, e la stessa sala autoptica del Policlinico, sono state accuratamente disinfestate.

Purtroppo le preoccupazioni ed i sospetti dei medici modenesi si basano su altri allarmanti indizzi di recludescenza del morbo, affiorati nelle cronache recenti. Proprio in questi ultimi giorni si è infatti avuto notizia di un bovino risultato afffetto dal virus della Bse, in un allevamento di provincia di Campobasso. In passato, nei primi anni del 2000, quando la sindrome raggiunse il suo apice in Italia, furono circa un centinaio di casi di animali infetti. La malattia, che si trasmette all’uomo per via alimentare (mangiando cervello o midollo di bovini ammalati), nel nostro paese registrò due soli casi mortali: nell’agosto del 2003 una ragazza di 26 anni originaria di Menfi, e nel maggio del 2004 un uomo di 53 anni di Ispica (Ragusa). Se fosse confermato, il caso della donna modenese, sarebbe quindi il terzo in Italia.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7149 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:37716336