Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Sgominata banda: rapinavano poste

Per identificarli hanno utilizzato le testimonianze di chi aveva assistito alle rapine. E così, grazie ad un’operazione congiunta di carabinieri e polizia, coordinata dalla procura di Modena, i componenti della banda criminale sono stati arrestati. Si tratta di quattro albanesi tra i 27 e i 35 anni, accusati di avere compiuto almeno sette rapine in uffici postali tra le province di Modena, Pistoia e Bologna.
Due di loro si trovavano già in carcere. Erano stati arrestati in provincia di Firenze nell’ottobre del 2011, dopo una rapina alle Poste le cui modalità hanno portato gli inquirenti a ritenere che il gruppo fosse lo stesso già attivo nelle altre province.
I colpi nel territorio modenese da parte della banda ebbero inizio nel dicembre del 2010 ai danni delle poste di Renno di Pavullo, poi il gruppo entrò in azione a San Vito di Spilamberto, San Michele dei Mucchietti di Sassuolo, Verica di Pavullo, Serramazzoni. A queste, si aggiunsero le rapine alle Poste di Lima di Piteglio, nel Pistoiese, e a Gaggio Montano, nel Bolognese.
Solo due dei quattro albanesi erano soliti entrare armati alle Poste, uno di fucile e l’altro di pistola, che si è scoperta poi essere una scacciacani. Dopo aver raccolto il bottino, la banda utilizzava auto rubate per fuggire. I quattro arrestati sono accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto, alla rapina e alla detenzione di armi. Sono accusati in concorso anche delle rapine di due vetture – avvenute a Crespellano di Bologna e a Modena – e dei furti di altre tre vetture a Concesio di Brescia, San Damaso di Modena e a Verona. I mezzi venivano poi utilizzati per gli assalti alle Poste.
L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Giuseppe Tibis, ha portato pure al sequestro di ventisei cartucce calibro 12 per il fucile “Franchi” utilizzato per minacciare il personale degli uffici rapinati. L’arma era stata rubata a Spilamberto di Modena nell’ottobre del 2010.
Sono stati sequestrati loro anche indumenti, parrucche e maschere per camuffarsi.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1444 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:37931256