Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Serie A: Palermo-Milan 3-1

Innanzi tutto, è stata la grande notte del Palermo. Aspettando Roma-Samp, tre punti prestigiosi, pesanti ma pure comodi, che valgono il 4° posto solitario. Un altro bel passo verso una Champions che sarebbe storica. Un’altra dimostrazione di qualità, equilibrio e sicurezza. E, intanto, già una medaglia da appuntare sul petto in una stagione da favola: eguagliato con tre turni di anticipo il record di punti (58) ottenuti in serie A. Un capolavoro che aspetta soltanto di essere rifinito, quello di Delio Rossi: non aveva mai battuto in casa il Milan, l’ha fatto all’8° tentativo, quasi schiacciandolo. Detto dei vincitori, sotto con i perdenti.

Terzo ko nelle ultime 4 trasferte, per il Milan che da ieri ufficialmente non può più vincere lo scudetto e che, se non si scuote un briciolo, rischia pure di perdere il 3° posto. Da marzo, con 10 punti all’attivo, ha fatto meglio soltanto di Chievo, Bologna, Cagliari e Livorno. Una caduta libera, per una squadra ora spolpata dalle assenze ma da troppo tempo in imbarazzante riserva di energie e motivazioni. Al «Barbera» ha avuto un sussulto d’orgoglio sullo 0-2, tra la fine del 1° tempo e l’inizio del 2°, approfittando della frenata di un Palermo già appagato. Ha accorciato le distanze con Seedorf ma è stata inchiodata dal colpo preferito della sua bestia nera, Fabrizio Miccoli: destro a giro, in diagonale nell’angolino, 17° gol stagionale del capitano che aveva già firmato le ultime tre vittorie rosanero sul Milan.

Poi, è stato Dida a evitare il disastro: negando un gol meraviglioso a Pastore e murando tre volte Cavani. Ma per il Milan la partita era stato un incubo fin da subito. Faceva quasi tenerezza vedere Leonardo dare la carica dalla panchina a giocatori che non vedono l’ora di finire l’agonia di un campionato diventato un calvario. Si sbraccia e urla, Leo: «Dai, bene subito. Giochiamola noi». Una parola, con 3 squalificati, 8 infortunati e con quelle facce in campo. Anche il tecnico quasi al passo d’addio, però, ci mette del suo. Nel 4-3-1-2 dettato dall’emergenza, insiste con Oddo centrale improvvisato invece di lanciare il baby Albertazzi e tiene fuori per 62’ Inzaghi, almeno vivo, per ridare un’altra chance al tenero Huntelaar e portare Ronaldinho più vicino alla porta, come vuole il padrone.

Il problema è che per i primi 25’ il Milan si limita a guardare il Palermo maramaldeggiare con irrisoria facilità. L’ordine di Liverani, la posizione di Migliaccio, l’eleganza di Pastore, i guizzi di Hernandez, i numeri di Miccoli scavano il solco soprattutto sulla destra rossonera dove Zambrotta e Oddo non ne azzeccano una. Bovo, al rientro dopo un mese, segna solissimo sul 2° palo riprendendo una correzione di Hernandez su corner; il 19enne uruguaiano bissa coronando un triangolo con Miccoli, dopo svarione di Oddo. E’ già 2-0 al 18’. Troppo facile, per il Palermo che poi là davanti comincia a giocherellare. Dida nega il tris a Miccoli ma è Sirigu a lavorare di più per arginare, finalmente, un accenno di reazione milanista.

Parate su Huntelaar da vicino e su Pirlo da lontanissimo. Lampi nel buio rossonero, con il solito sterile possesso-palla e l’evanescenza di Seedorf e Ronaldinho, che fra l’altro non la butta dentro dalla tripletta al Siena del 17 gennaio. Saranno proprio i due peggiori dei primi 45’ a illudere il Milan con il 2-1, un’imbucata del Dentone per l’olandese. Prima dell’ennesima prodezza di Miccoli, che scatena il delirio palermitano e mette in cassaforte la decima vittoria dell’era Rossi su 11 partite giocate in casa (unico pari concesso all’Inter). La dodicesima, domenica 9 maggio, sarà probabilmente quella che deciderà la qualificazione alla Champions League, contro la Samp di Cassano. Chi l’avrebbe mai detto? Outsiders alla ribalta, meritatamente. Nell’anno del flop della Juve e dell’inabissamento finale del Milan.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Maurizio Rizzi

Autore

Articolo scritto da: | 1339 articoli inseriti

Un Commento in “Serie A: Palermo-Milan 3-1”

Trackbacks

  1. Tweets that mention Serie A: Palermo-Milan 3-1 | Telesanterno -- Topsy.com

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35480400