Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Sedicenne morto: individuato lo spacciatore

La Squadra Mobile di Bologna, coordinata dal Pm Francesco Caleca, ha individuato lo spacciatore che ha fornito la droga sintetica probabilmente causa della morte del sedicenne morto lunedì al policlinico di Modena. Ancora da chiarire la dinamica dei fatti per l’attribuzione della responsabilità.

polizia7E’ stato individuato dalla squadra mobile di Bologna lo spacciatore, che ha fornito la droga, probabilmente ecstasy, che ha provocato la morte di Maxim Vatavu il sedicenne di Bologna che è deceduto lunedì scorso al Policlinico di Modena dopo che i medici avevano tentato di salvarlo con un trapianto di fegato. Il ragazzo si era sentito male tre giorni prima mentre era a casa di un amico, un compagno di scuola di 18 anni. Il pusher, un bolognese di 24 anni che saltuariamente fa l’operaio ha ammesso però di aver venduto droga solo al 18enne amico di Vatavu. A questo punto sono entrambi indagati per spaccio, ancora contro ignoti invece il fascicolo con l’accusa di morte come conseguenza di altro reato. Andranno quindi approfondite le due versioni: se fosse vero quello che dice lo spacciatore, di questa accusa potrebbe rispondere il diciottenne. Il quale però ha riferito che a casa del pusher ci è andato insieme al compagno di scuola: in questo caso il reato potrebbe venire contestato allo spacciatore. Il ventiquattrenne è stato sentito nella notte dal Pm Francesco Caleca, titolare delle indagini, dopo che la perquisizione domiciliare della polizia che ha fatto rinvenire però solo 250 grammi di marijuana che gli sono costati l’arresto per detenzione ai fini di spaccio. L’amico di Vatavu, sentito assistito da un legale, avrebbe detto anche che lui e l’amico avevano acquistato la droga la mattina di venerdì scorso, e che l’avevano sciolta in una bottiglia d’acqua mentre si trovavano su un autobus. Poi erano andati a casa, a giocare ad un videogioco. A quel punto il sedicenne dopo aver iniziato a vaneggiare, si era improvvisamente accasciato e l’amico aveva chiamato i soccorsi. “Ragazzi smettetela, l’ecstasy uccide. E non ha nessun senso morire così”, è il messaggio che ha voluto rivolgere ai giovani il procuratore aggiunto e portavoce della Procura, Valter Giovannini, commentando la vicenda.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 986 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30484808