Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Scuole Besta, contiuano le polemiche

A distanza di due giorni dal chiarimento sulla sperimentazione che vede una sorta di classe temporanea di soli stranieri alle scuole Besta di Bologna continuano le dichiarazioni e le polemiche del mondo politico sulla vicenda.

Non sono bastati i chiarimenti dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna e del dirigente scolastico dell’istituto a placare le polemiche sulla sperimentazione alle scuole secondarie Besta di Bologna che prevede una sorta di classe temporanea per alunni stranieri, spesso da poco nel nostro Paese, a cui vengono insegnate le basi della lingua italiana prima di essere destinati alle proprie classi d’appartenenza. Tramontata la definizione di classe ghetto, smontata dai dirigenti scolastici nelle ultime ore, sul fatto è tornato anche il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, dalle colonne del quotidiano “Il Messaggero”. “Non giudico -premette il ministro nell’intervista- magari li” si e” creato un contesto eccezionale. Pero’- aggiunge- io sono contraria alle classi ponte”, perché è meglio potenziare l”insegnamento dell”italiano nel pomeriggio”. Prudente, anche se si era detto tendenzialmente contrario a propria volta alle classi ponte, era stato anche il Ministro all’Integrazione Cecile Kyenge che in generale aveva auspicato un rafforzamento degli strumenti di sostegno come il doposcuola. Parole che avevano provocato la secca risposta del consigliere Regionale della Lega Manes Bernardini. “Il ministro Kyenge non strumentalizzi la scuola. Le classi ponte sono l’unico modo per non discriminare gli italiani. Ed è un’opportunità per gli stranieri. Il caso Besta è la resa della sinistra” aveva dichiarato il leghista. Oggi critiche all’indirizzo di Kyenge sono arrivate dal PDL bolognese dai microfoni di Radio Tau che ha bollato le parole del ministro come inopportune difendendo l’esperimento. Nel corso dell’incontro presso l’ufficio scolastico regionale era stato spiegato che il luogo educativo sperimentale, che volontariamente non era stato chiamato classe, era stato pensato dopo l’arrivo di molti ragazzini stranieri che non avevano trovato posto in altre scuole. Dall’inizio del progetto due ragazzine sono state già assegnate alle classi di appartenenza e altri stanno per lasciare la classe sperimentale.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 985 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30279240