Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Sbagliata gestione di un appalto a Ravenna, cinque condannati

Accertato un danno all’Ausl di 1 milione e mezzo di euro. Ex dirigenti e tecnici condannati a rifonderlo. Ma la maggior parte della somma non potrà essere recuperata per la morte del principale imputato

Cinque persone, tra ex vertici e ingegneri dell’Ausl di Ravenna, sono state condannate dalla Corte dei Conti a pagare all’azienda un milione e 500 mila euro di danni per la sbagliata gestione di un appalto, realizzato a metĂ  degli anni ’90 per il cosiddetto “Palazzo Ambiente”, edificio destinato a presidio multifunzionale i cui lavori – si legge nella sentenza pubblicata nei giorni scorsi – erano rimasti incompiuti e a lungo abbandonati. Come anticipato dalla stampa locale, i giudici contabili hanno stabilito per ciascuno dei convenuti quote percentuali di responsabilitĂ . La piĂą alta, corrispondente a un milione e 310 mila euro, è stata attribuita al direttore generale pro tempore Alessandro Martignani (morto). La cifra, molto superiore in percentuale a quanto aveva chiesto la procura regionale, non verrĂ  dunque risarcita da nessuno, anche perchĂ© per Martignani i giudici non hanno rilevato “alcun indebito arricchimento che possa legittimare la chiamata in giudizio degli eredi”. Gli altri quattro (Giuseppe Bosi, Massimo Fabio Fiorentini e Pierantonio Ossani che facevano parte dell’allora area gestione attivitĂ  tecniche e patrimoniali) dovranno pagare 8 mila euro a testa i primi due, 38 mila euro il terzo; Claudio Baldisserri (l’allora direttore lavori) ne dovrĂ  pagare 24 mila e Ivanna Villa (all’epoca direttore amministrativo Ausl) 112 mila. Secondo i giudici, punto centrale del contenzioso sta nella “riesumazione del progetto di secondo stralcio” dell’edificio, “giĂ  predisposto e senza verificarne in alcun modo la eseguibilitĂ ”. Insomma una “frettolosa aggiudicazione dei lavori, di ingentissimo importo, contemplati in un progetto ormai obsoleto e caratterizzati dalla volontĂ  di beneficiare di un contributo non altrimenti ottenibile”. Tanto che “neanche due settimane dopo l’aggiudicazione, è stata approvata la prima perizia di variante” con un “incremento di circa il 20% rispetto all’importo originario” e per una “proroga di 200 giorni da aggiungersi ai 540 previsti inizialmente”. A quel punto “al piĂą che prevedibile contrasto con l’impresa appaltatrice” cioĂ© la Sie spa, l’Ausl ha ovviato “con un provvedimento di rescissione” basato su “motivazioni di allarmante futilitĂ ”. Per quanto riguarda il comportamento dei cinque condannati, la sentenza rileva che nessuno ha negato “la gravitĂ  del danno arrecato” all’azienda. E tuttavia “ciascuno sostiene di non esserne responsabile”. Viene però anche precisato che “una rilevante parte del danno complessivamente quantificato” dalla procura (piĂą di tre milioni) è “diretta conseguenza di scelte comportamentali addebitabili ad altri soggetti non evocati a tale specifico titolo in questo giudizio”. E se in sentenza le somme in termini assoluti, ma non in quelli percentuali, si sono sensibilmente ridotte – hanno precisato i giudici – “non si tratta di una riduzione del danno cagionato ma di valutazione dei singoli apporti”.
(ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35257208