Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Rottura PDL: il finiano Raisi non si dimette dalla cariche e denuncia la “campagna acquisti” a suon di poltrone dell’ala berlusconiana

La campagna acquisti Berlusconi la sta facendo eccome, anche se con lui non ha tentato, perché “forse non sono stato ritenuto uno che può essere attratto da qualche cosa”. Lo afferma in una intervista alla Stampa Enzo Raisi, finiano e amministratore del Secolo. Altri invece, secondo Raisi, avranno in cambio qualche poltrona. Ad esempio “Anna Maria Bernini, che io ho portato nella fondazione Farefuturo, che fino a ieri era una finiana doc. E’ rimasta con Berlusconi e domani sarà viceministro di Romani”. Certo, “una persona valida che lo meriterebbe, però…”. In ogni caso i parlamentari che hanno seguito Fini formando i nuovi gruppi non si sentono “traditori” (lo sarà stata “la Santanché” che in campagna elettorale con un altro partito ha detto cose “irripetibili” su Berlusconi e ora è sottosegretario”) e continuano a “sentirsi del Pdl”. Se “vogliono, possono espellerci. Ma non so come possano motivare giuridicamente una decisione del genere. In Sicilia ci sono da tempo due Pdl, uno con Micciché e uno con Schifani, ma nessuno é stato espulso”. I finiani, comunuqe, hanno tratto dal leader “una grande forza. La sua immagine alla direzione nazionale – racconta – mentre si alza e punta il dito contro Berlusconi per noi è diventata come l’immagine di quel giovane cinese che si piazzò davanti ai carri armati in piazza Tiananmen”.

VOTO ANTICIPATO? IL CENTRODESTRA CHIUDEREBBE PER 20 ANNI

“Se ci fossero delle elezioni anticipate a primavera, il centrodestra avrebbe chiuso per i prossimi vent’anni”. E’ un passaggio della conferenza stampa del deputato Enzo Raisi, coordinatore provinciale del Pdl bolognese che ha aderito al gruppo parlamentare di Gianfranco Fini. “Se vai a votare con una maggioranza così, diventa molto difficile spiegarlo agli elettori”, ha spiegato Raisi, affiancato dai tre consiglieri provinciali che, insieme a lui, hanno formato un gruppo analogo a quelli di ‘Futuro e liberta”: “Noi non abbiamo mai votato contro i provvedimenti del Governo”, ha ribadito. Prima, ripercorrendo la frattura che si é verificata negli ultimi due giorni, Raisi aveva sottolineato che “ora esiste un gruppo parlamentare che di fatto ha i numeri per decidere se la maggioranza va avanti, noi voteremo tutto ciò che è nel programma di Governo”. Raisi ha spiegato di ritenersi ancora nel partito: “Se qualcuno dice di no, dovrà dirlo attraverso lo Statuto e i probiviri: non sarò io che vado via, ma qualcuno che mi caccia”. Lo stesso per il suo ruolo locale, messo in discussione ieri dal coordinatore regionale, il senatore Filippo Berselli: “Non sono stato eletto da un’assemblea, ma nominato dai tre coordinatori nazionali e gli unici che possono allontanarmi sono loro”, ha messo in chiaro Raisi.

RAISI “SE DONNA ASSUNTA FA OPINIONE SIAMO ALLA FRUTTA”

“Pensare che Assunta Almirante sia presa come opinion maker per il centrodestra, vuol dire che siamo alla frutta”. A dirlo Enzo Raisi, parlamentare confluito nel gruppo dei finiani, rispondendo a una domanda sull’apprezzamento espresso dalla vedova dello storico leader dell’Msi al premier Berlusconi la sera dello strappo con Fini: “Presidente hai fatto bene a mandarlo a casa”, aveva detto donna Assunta a Berluscon In una conferenza stampa a Bologna, Raisi ha ripercorso quanto accaduto negli ultimi due giorni, “momenti importanti, in cui le scelte pesano”: “Nel documento che ci ha escluso si vede la mano di Bondi, perché definirlo comunista è poco”, ha ironizzato. Poi con orgoglio ha rivendicato i numeri dei nuovi gruppi ‘Futuro e liberta”: “Forse pensavano che saremmo stati quattro gatti a seguire il presidente Fini…”. Giovedì, ha raccontato Raisi, “ci aspettavamo al massimo una censura a Granata o a Bocchino, invece il documento uscito è incredibile”. Per il parlamentare, infatti, “non è nemmeno coerente con il pensiero liberale di Berlusconi: spero – ha aggiunto – che il premier non faccia l’errore di attorniarsi di persone che lo stanno consigliando male”..

(ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:37814576