Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Rino Foschi: “E’ un Bologna da metà classifica”

L’intervista realizzata con il Direttore Sportivo del Padova, Rino Foschi, intervenuto nel corso di “Tempi Supplementari”.
Il dirigente biancoscudato ha presentato la partita di Coppa Italia che si disputerà domenica al Dall’Ara e ha parlato del futuro di Bologna e Padova.

Il Direttore Sportivo del Padova, Rino Foschi

ARTICOLO DI UGO MENCHERINI E VITTORIO LONGO

Domani Bologna e Padova si affronteranno per il debutto in Coppa Italia: che partita si aspetta?

Bisogna premettere che il Bologna è una squadra di A e noi di B. Il Bologna sarà alla prima gara ufficiale davanti ai propri tifosi e ci sarà una certa curiosità. Conoscendo l’allenatore e sapendo il suo modo di interpretare il calcio, sono convinto che per noi sarà una partita molto difficile. Noi abbiamo già fatto la prima di Coppa Italia col Carpi e abbiamo abbastanza faticato. Veniamo a Bologna non arrendevoli, ma comunque consapevoli che sarà una gara difficile e, pur con tutto il rispetto che abbiamo per il nostro lavoro, sappiamo che il Bologna vorrà farla sua.

Com’è il Padova allestito nel corso di questo calciomercato?

Lo scorso anno abbiamo fatto un finale esaltante e tutti si aspettano di migliorare: ma quello dell’anno scorso è stato un campionato a sé. Quest’anno abbiamo perso qualche giocatore per infortunio, oltre che per fine prestito o fine contratto, e stiamo cercando di costruire un organico per fare un campionato di media-alta classifica. Sapendo comunque che ci sono Sampdoria, Torino e squadre molto importanti e molto forti: quindi, piedi per terra per fare un buon campionato. Ripetersi o migliorare vorrebbe dire andare in serie A, visto che abbiamo fatto una finale per salire di categoria lo scorso anno, e nessuno se lo aspettava. Vorremmo ripeterci nella continuità di certi risultati.

Parlando del Bologna, vede anche lei, come sostiene qualcuno, una squadra da metà classifica? E l’eventuale cessione di Ramirez potrebbe indebolire la squadra?

Lo scorso anno il Bologna ha fatto molto bene la prima parte del campionato, poi c’è stato un finale particolare dovuto a tante cose. C’è stato un rinnovo nella dirigenza e nel tecnico, che è la cosa più importante. Conosco le caratteristiche di Bisoli e lo stimo: è un grande allenatore. Sta lavorando su un Bologna un po’ diverso, ma credo che stia facendo un bel lavoro e che sia un allenatore in grado di inculcare la sua intensità ai giocatori. Credendo molto in Bisoli e nel lavoro che ha fatto la società, penso che problemi di bassa classifica non ce ne siano. Il Bologna penso parta per fare un campionato di media classifica e ci sono tutti i presupporti perché possa fare questo buon campionato.

Il Bologna ha acquistato dal Padova Crespo e Vantaggiato. Di che giocatori si tratta?

Crespo è un giocatore che viene dalla massima categoria spagnola e siamo stati fortunati a portarlo in Italia. Voleva la serie A, è stato di passaggio da noi facendo un ottimo campionato e risultando uno dei migliori difensori della serie B. L’allenatore del Bologna lo conosceva e abbiamo fatto questa operazione, legata anche a Vantaggiato. Che è stato un giocare sfortunato nel finale di stagione, più che altro per qualche acciacco fisico, ma che ha un potenziale enorme. Molto probabilmente c’è stato qualche disguido qui a Padova con la proprietà, e lui meritava di essere collocato nella massima categoria con una certa fiducia. Ora è un’alternativa in questo Bologna che ha buoni giocatori, e potrebbe dare un contributo importante, sapendo il suo potenziale e quello  che può fare.

Crespo è un difensore esterno basso che farà sicuramente benissimo e Vantaggiato, cambiando piazza e venendo a Bologna, potrebbe dare una grossa mano per fare punti. E’ in prestito, e il Bologna non ha fatto un’operazione  – come per Crespo – che gli è costata per il cartellino: merita la massima categoria e la possibilità di fare bene.

Lei è stato più volte accostato al Bologna ma il suo arrivo non è mai concretizzato. Cosa è mancato per il passaggio definitivo?

E’ mancato il passaggio (ride, NdR). E’ mancato un sogno di tanti anni, è una piazza che mi piace molto, ci siamo anche parlati e sfiorati, purtroppo. E’ una piazza importante e per me è già stato un onore essere accostato a quei colori e a quella piazza: poi non si è fatto niente.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 2215 articoli inseriti

Copyright © 2014 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
V.Bonazzi, 51 - 40013 Castel Maggiore (Bo) - tel: 051 63236 - fax 051 714795
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria di Pubblicità Publivideo2 Srl.

q:31 ram:24892256