Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Rifiuti: Parma supera il 65% di differenziata

Parma è il primo capoluogo dell’Emilia-Romagna ad aver superato il 65% di raccolta differenziata. Per questo ha ricevuto un riconoscimento da parte di Legambiente.

Essere stato il primo capoluogo di provincia dell’Emilia-Romagna ad aver superato la soglia del 65% di raccolta differenziata è valso un a Parma un premio da parte di Legambiente. Il riconoscimento è statto consegnato nell’ambito del convegno ‘Ridurre il rifiuto e recuperare materia, per un’economia circolare’. “E’ il primo in regione – ha spiegato il presidente Lorenzo Frattini – ma nessun altro capoluogo in Italia fa meglio”. Un risultato, quello di Parma, per Legambiente “eccezionale che merita un riconoscimento, e su cui incide ancora il peso di un livello di accettazione non omogeneamente condiviso dalla cittadinanza, a cui dovrà essere dedicata la necessaria attenzione”.

Il parmense è stato scelto, spiega l’associazione ambientalista, per il “valore simbolico rispetto ai cambiamenti in atto”. L’intero territorio provinciale è infatti stato tra i primi a sperimentare la modalità del porta a porta, e vi appartengono i primi comuni che hanno superato le soglie del 70- 80%. Per l’associazione i risultati delle amministrazioni premiate smentiscono gli assunti che, solo pochi anni fa, definivano impossibili ed economicamente inattuabili risultati di raccolta differenziata del 60-70%. Oggi in Emilia-Romagna sono 19 le amministrazioni sopra il 75%, e 92 quelle che vanno oltre il 65%, con ben 43 comuni che smaltiscono meno di 150 kg/abitante all’anno. “Purtroppo il processo in corso è fortemente in contraddizione con le indicazioni nazionali contenute nello Sbloccaitalia e le scelte delle grandi multiutility locali in termini di impianti di smaltimento”, stigmatizza Legambiente, che fa notare i dati sull’aumento di occupazione riscontrato presso alcuni dei gestori che raccolgono i rifiuti sul territorio regionale, dopo l’avvio del porta a porta. Solo nel Comune di Parma infatti il numero di addetti alla raccolta è aumentato di 50 unità dopo l’avvio.

Soddifatto il sindaco di Parma del Movimento 5 stelle Federico Pizzarotti: “Questo riconoscimento premia la nostra città che ha saputo, nell’arco di pochi anni, adeguarsi alle buone pratiche e impegnarsi per raggiungere un risultato che la pone all’avanguardia in tema di raccolta differenziata a livello regionale”-ha detto. Il primo cittadino che ha aggiunto che l’obiettivo è quello di andare verso un orizzonte contrassegnato da rifiuti zero, grazie all’impegno di tutti e a vari livelli”ribadendo il “no” agli inceneritori. Dopo Parma, nella classifica regionale della differenziata dei capoluoghi arriva Rimini con il 61,6 % e Reggio Emilia con il 57,4 %.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30541168