Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Ravenna: studenti medi, precari e ricercatori in difesa della Scuola Pubblica

Venerdì 8 ottobre, alle ore 9.30, la Rete degli Studenti Medi Ravenna, il Collettivo Autonomo Ravenna, il Coordinamento Precari Scuola, il Collettivo Universitario Calamandrei e i Ricercatori indicono unitariamente una manifestazione di protesta in difesa della Scuola Pubblica in concomitanza con la mobilitazione studentesca nazionale.

Il concentramento avrà luogo alle 9.30 in Via Farini, davanti ai giardini Speyer.
Alle 10.00 partirà il corteo che giungerà in Piazza del Popolo dove alcuni rappresentanti del mondo scolastico e universitario interverranno.

Protestiamo per il peggioramento dell’offerta formativa, la rimozione di TUTTI gli indirizzi sperimentali, la drastica riduzione delle ore di lezione, di laboratorio e di stage, il sovraffollamento delle classi (come per esempio la classe di 39 studenti all’ITIS Nullo Baldini!), la riduzione di 300 unità nel corpo docente della provincia di Ravenna e di 132.000 sul territorio nazionale, il taglio di 680 milioni al fondo per il finanziamento ordinario dell’università: questo rappresenta solo la punta dell’iceberg che sta affondando la scuola pubblica.

La profezia annunciata nel 1950 da Piero Calamandrei, padre costituente, sul pericolo di un eventuale partito dominante che manda in malora le scuole di stato per favorire quelle private, si sta ulteriormente concretizzando con le leggi in discussione in Parlamento che prevedono:
• privatizzazione dei Consigli di Amministrazione (CdA) di istituti superiori e università con inserimento massiccio di membri privati esterni
• trasformazione degli istituti superiori e università in fondazioni.
• responsabilità didattiche trasferite dal collegio docenti e dal senato accademico al CdA con conseguente asservimento della didattica a logiche di mercato e di profitto.
• precarizzazione della figura del ricercatore con conseguente incentivazione della “fuga dei cervelli” all’estero.
• rappresentanza studentesca ridotta al lumicino in tutti gli organi dell’università.
Manifestiamo, uniti e compatti, per far sentire forte e chiaro il nostro dissenso verso questo attentato contro l’istituzione che determina il futuro dei cittadini e del paese più di ogni altra.

Negare lo stesso diritto allo studio per tutti, impoverire il livello d’istruzione, piegare la scuola a logiche privatistiche e di profitto relegheranno l’Italia ad un ruolo sempre più marginale nel destino del mondo. Un mondo sempre più guidato da paesi che, al contrario del nostro, investono in istruzione e ricerca per uscire dalla crisi, garantendo prima di tutto la crescita personale e l’indipendenza intellettuale dei propri cittadini.

Rete degli Studenti Medi Ravenna
Collettivo Autonomo Ravenna
Coordinamento Precari Scuola
Collettivo Universitario Calamandrei
Ricercatori

“Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di
stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di stato per dare
la prevalenza alle sue scuole private. […] L’operazione si fa in tre
modi: ve l’ho già detto: rovinare le scuole di stato. Lasciare che
vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni.
Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non
controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non
hanno i titoli minimi per insegnare. Lasciare che gli esami siano
burlette. Dare alle scuole private denaro pubblico. Questo è il punto.
Dare alle scuole private denaro pubblico.”

Estratto dal discorso pronunciato da Piero Calamandrei al III congresso
dell’Associazione a difesa della scuola nazionale (Adsn), a Roma l’11
febbraio 1950

Riferimenti:

Rete degli Studenti Medi Ravenna
referente: Michele Lusa – 338.217.8313 – [email protected]
referente: Sarah Caudiero – 339.3255.097

La Rete degli Studenti Medi è un’associazione studentesca diffusa un su tutto il territorio nazionale. E’ nata a Roma il 5 ottobre del 2008, in un’assemblea che ha visto la partecipazione di studenti da tutta Italia.
La Rete è un’associazione laica, autonoma dai partiti, antifascista e contro ogni genere di discriminazione, che si occupa di rappresentare gli studenti delle superiori dentro e fuori la scuola.
Nella nostra regione la Rete è nata nell’autunno del 2008, all’interno del grande movimento di contestazione al ministero Gelmini. Il 1 febbraio 2009 a Sasso Marconi si è svolto il primo congresso della Rete degli Studenti dell’Emilia Romagna.
Noi stiamo provando a costruire un vero e proprio sindacato degli studenti. Uno spazio aperto nel quale discutere dei nostri problemi e provare a risolverli.
Vogliamo far capire a chi è abituato a prendere le decisioni senza consultarci che la scuola siamo NOI e che questa scuola non ci piace per nulla!
Quando si sogna da soli è un sogno, quando si sogna in due comincia la realtà!

Collettivo Autonomo Ravenna
email: [email protected]

Coordinamento Precari Scuola
referente: Edmondo Febbrari – [email protected] – 347.006.1458

Collettivo Universitario Calamandrei
email: [email protected]
referente: bruno moroni – [email protected] – 338.21.96.966

il Collettivo Universitario Calamandrei è costituito da studenti universitari di varie facoltà
del Polo Scientifico-Didattico di Ravenna uniti dal rispetto dei seguenti principi:

– università progettata dando priorità ai bisogni degli studenti
– salvaguardia dell’università pubblica, aperta a tutti e indipendente
– salvaguardia della libera ricerca come diritto inalienabile e strumento di sviluppo del paese
– rispetto e benessere per tutti gli attori del mondo dell’istruzione
– difesa della costituzione da tentativi di violazione, con particolare attenzione agli Artt. 2, 3, 21, 33, 34


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Un Commento in “Ravenna: studenti medi, precari e ricercatori in difesa della Scuola Pubblica”

Trackbacks

  1. Ravenna: studenti medi, precari e ricercatori in difesa della …

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35322400