Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Inaugurato il nuovo ponte sul Po, chiude quello provvisorio

Aperto al traffico il nuovo ponte sul Po e dalle 9 di domenica il collegamento provvisorio tra Piacenza e San Rocco al Porto (Cremona) smetterà di funzionare. “Il ponte provvisorio a elementi galleggianti – ha ricordato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci – ha svolto un ruolo di fondamentale importanza, assicurando il collegamento tra le due sponde, emiliana e lombarda, per poco più di un anno”. Si rese necessario perché una piena eccezionale del Po nel 2009 fece crollare una campata del vecchio ponte. “L’intera opera provvisoria – ha proseguito Ciucci -, unica in Italia, è stata realizzata in 94 giorni e dalla sua apertura, su un totale di 397 giorni fino ad oggi, è rimasta chiusa al transito per soli 29 giorni, cioé quando il livello idrico del fiume ha raggiunto punte di oltre sei metri”. A partire da sabato 8 gennaio, termine contrattuale dell’appalto di servizi e lavori, saranno avviate le procedure di smantellamento.
.
.

MATTEOLI INAUGURA PONTE SUL PO,
LAVORIAMO DI PIU’ INSIEME

“Questo ponte collega due regioni di colore politico diverso. Per le infrastrutture dovremmo lavorare maggiormente insieme, maggioranza e minoranza, perché le infrastrutture non hanno colore politico”, così il ministro Altero Matteoli a San Rocco al Porto (Lodi) in occasione dell’inaugurazione del nuovo ponte sul Po tra la Lombardia e il Piacentino. Poi il presidente di Anas Pietro Ciucci, ha consegnato due targhe commemorative per l’inaugurazione ai ministri Matteoli e Ignazio La Russa.
.
CATTANEO (Regione Lombardia):
RISPOSTA STRAORDINARIA
AD UN EVENTO STRAORDINARIO

“Ricordo i giorni della diffidenza e della disillusione di chi diceva che avremmo impiegato decenni per ricostruire il ponte crollato, ma conosco la squadra di Anas
e grazie alla grande collaborazione tra enti oggi inauguriamo un ponte ricostruito”. lo ha detto l’assessore regionale lombrado alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, intervenuto all’inaugurazione del Ponte tra San Rocco al Porto (Lodi) e Piacenza. Cattaneo, che ha anche portato i saluti del governatore Roberto Formigoni, ha aggiunto: “Questo è il sistema che vogliamo: un sistema che mette al centro un modo di lavorare capace di rispondere anche di fronte ad un evento straordinario. L’obiettivo raggiunto conferma che sapremo realizzare con la stessa determinazione e la stessa puntualità anche le altre opere a cui stiamo lavorando”. La lunghezza complessiva dell’opera, suddivisa nel ponte metallico a superamento del fiume e del viadotto lato Piacenza, é di 1,1 km e l’impalcato largo 14,50 metri comprende la carreggiata stradale, un percorso pedonale largo 150 cm e un percorso ciclabile largo 250 cm. Il ponte provvisorio che aveva garantito il collegamento tra le due rive del Po, e che era stato finanziato da Regione Lombardia con la sua quota parte di 500mila euro, verrà smantellato l’8 gennaio.
.
.
BERSANI, IL PAESE HA BISOGNO DI MANUTENZIONE

“Bella inaugurazione, bella giornata, ma questo Paese ha bisogno di manutenzione straordinaria”. Pier Luigi Bersani segretario del Pd ha usato l’ironia rispondendo ai giornalisti, durante l’inaugurazione del nuovo ponte sul fiume Po. “Piuttosto facciamo risparmio sulle spese correnti – ha chiesto – ma bisogna mettersi in testa che la manutenzione è fondamentale e mi riferisco al crollo dello storico ponte sul Po che forse poteva essere evitato”. “E’ una bella giornata che ci ricorda anche una brutta giornata – ha aggiunto – e quindi ricordiamoci che bisogna lavorare per le infrastrutture anche in termini di ordinarietà, perché io vedo che ci sono pochi soldi per gli investimenti però sulle opere cosiddette speciali e straordinarie i soldi ci sono sempre, sull’ordinario non ci sono mai, bisogna invertire la rotta”. C’é un’indagine della Procura della Repubblica di Lodi che ipotizza che il crollo del ponte il 30 aprile del 2009 sia stato causato da un’inadeguata e insufficiente manutenzione, hanno ricordato i cronisti: “Lasciamo lavorare i giudici, ma di certo le modalità di quel crollo colpirono perché fu una cosa che non sarebbe dovuta succedere”.
.
.

(ANSA)
.
.
.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7149 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:37742536