Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Processo Onofri: il PG chiede la conferma delle condanne

Conferma delle condanne di primo grado. E’ stata questa la richiesta avanzata dal Procuratore Generale Alberto Candi alla corte d’Assise di Appello di Bologna davanti a cui si sta celebrando il processo d’Appello contro Mario Alessi e Antonella Conserva per il rapimento e l’omicidio di Tommaso Onofri. Gli avvocati di parte civile si sono associati alla richiesta

alessiErgastolo per Mario Alessi e trent’anni di carcere ad Antonella Conserva. Si è conclusa a Bologna con la richiesta della conferma delle condanne di primo grado la requisitoria del procuratore generale Alberto Candi nel processo di Corte d’Assise d’Appello per il rapimento e l’omicidio del piccolo Tommaso Onofri avvenuto nel marzo 2006. Unica variazione la richiesta parziale revisione con riduzione a dieci mesi di isolamento diurno per Alessi a causa di un precedente errore di calcolo. Per Candi, Alessi mente quando dice che ad ammazzare materialmente il piccolo fu il complice Salvatore Raimondi, mentre è ragionevole pensare che i due abbiano ammazzato il bambino insieme e che abbiano infierito su di lui in preda al panico per aver visto una volante in lontananza. Nei confronti di Antonella conserva, accusata solo del sequestro, per il magistrato ci sono prove che abbia partecipato all’azione, nonostante si professi innocente. Secondo Candi le recenti accuse fatte da Alessi alla ex compagna in questo senso sono motivate dai recenti contrasti sull’affidamento del figlio ma sono veritiere. Per il magistrato ad accusare la donna fu il fatto che si offrì di fare la baby sitter in casa Onofri dopo che Raimondi aveva affermato che per avere informazioni sulla famiglia era necessario che qualcuno entrasse in casa. Ad incastrarla, tuttavia sarebbe stata soprattutto la telefonata ricevuta alle 20.17 di quel 2 marzo 2006 con la richiesta di andare a prendere il marito nella via dove era appena stato commesso il delitto. ”Pensate davvero – ha detto il pg alla Corte – che per allontanarsi dal luogo di un sequestro e di un delitto uno possa chiamare qualcuno che non sa cosa sta succedendo? Gli avvocati di parte civile dei familiari di Tommaso Onofri si sono associati alla richiesta del pg Alberto Candi di conferma della sentenza di primo grado. Secondo Donata Giorgia Cappelluto, legale dei genitori e del fratello di Tommy dal 2 marzo 2006 Conserva ha sempre negato l’evidenza e ci sono volute 33 udienze per arrivare alla confessione di aver ricevuto la telefonata delle 20.17.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7149 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:37785744