Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Processo Bonsu: il giudice in camera di consiglio, piange uno dei vigili

Il giudice Paolo Scippa, di fronte al quale si è tenuto per circa un anno il processo agli otto vigili urbani di Parma accusati, tra l’altro, del pestaggio e degli insulti razzisti ai danni dello studente Ghanese Emmanuel Bonsu Foster, si è ritirato in camera di consiglio a fine mattina. Prima in aula c’erano state le repliche dell’accusa, le controrepliche delle difese e il pianto di un imputato, Pasquale Fratantuono, Il vigile ha chiesto di leggere un breve testo: “Ho scelto di non partecipare al processo – ha detto rivolgendo al Tribunale – perché non sarei stato in grado di sopportare la pressione psicologica. Ho deciso di essere qui perché volevo che lei sapesse che la violenza e il razzismo non appartengono alla mia cultura. Sono fermamente convinto di aver fatto il mio dovere nella prima operazione antidroga della mia vita. Mi è molto difficile parlare in questa aula e mi rammarica sapere che qualcuno ha sofferto come oggi soffro io nella convinzione che ho agito per fini diversi da quelli istituzionali”. Poi è scoppiato in lacrime. Per Fratantuono l’accusa ha chiesto la pena più alta: nove anni e tre mesi. Il vigile assieme al collega Mirko Cremonini deve rispondere anche dell’aggravante razziale. E’ lui che compare nella cosiddetta ‘foto-trofeo’ scattata la sera del fermo di Emmanuel Bonsu nella centrale del corpo di polizia municipale e ritrovata durante le indagini sul suo computer di servizio. Nella foto si vede Bonsu con l’occhi sinistro tumefatto e il vigile che gli sta accoccolato di fianco. Bonsu fu fermato per errore perché creduto il ‘palo’ di un pusher che spacciava nel parco. Secondo l’accusa, fu picchiato e maltrattato durante l’arresto e dopo venne minacciato per indurlo a confessare ciò che non aveva commesso, subendo anche insulti legati al colore della sua pelle.

(Fonte Ansa)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 1105 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:35380912