Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Porto Ravenna punta tutto sul corridoio Adriatico-Baltico, per non essere escluso dalle grandi reti transeuropee

1466998723_a879516ab6Vertice nei giorni scorsi a Bologna dello “Steering Commitee” del Corridoio Panaeuropo 6, del quale fanno parte esponenti ministeriali di Austria, Italia, Slovacchia, Cechia e Polonia. In questa riunione si è assunta l’importante decisione di estendere altre Vienna, a sud fino a Bologna, i progetti prioritari TEN-T n. 23, via ferrovia, e il progetto prioritario n. 25, via strada. La richiesta è stata avanzata da Austria e Polonia, con il consenso di Cechia e Slovacchia. Si tratta di un’opzione di fondamentale importanza per mantenere l’Italia, e l’Emilia Romagna in particolare, connesse con le grandi reti transeuropee di trasporto (o “corridoi”, come vengono definiti) di traffici economici e commerciali. Corridoi che rischiavano di passare in gran parte a Nord dell’Italia, cosa che avrebbe così fatto scontare al nostro paese un fatale handicap futuro per la sua economia e per le sue infrastrutture (che dovranno comunque essere sostanzialmente modernizzate). Anche il Porto di Ravenna potrà avere un ruolo strategico in questa nuova mappa delle infrastrutture europee. All’incontro dello Steering Commitee di Bologna è stato infatti invitato anche il presidente dell’Autorità Portuale di Ravenna, Giuseppe Parrello, che ha illustrato le opportunità offerte dal “sistema” portuale dell’Alto Adriatico, anche alla luce del recente protocollo d’intesa siglato fra lo stesso porto di Ravenna con i porti di Venezia, Trieste e Capodistria. L’obiettivo del presidente Parrello è stato quello di promuovere una visione sinergica del Corridoio che unirebbe i porti dell’Alto Adriatico (a Sud) con quelli del Baltico (a Nord), in parallelo al Corridoio Genova-Rotterdam. Sinergia, complementarietà, e non certo antagonismo. Ora la partita si sposta sui tavoli europei. E’ importante che in quella sede la proposta scaturita da Bologna, venga sostenuta dai governi nazionali che ne sono coinvolti.
PORTO DI RAVENNA: IL “LONTANO” ORIENTE SI AVVICINA – Nel frattempo il Porto di Ravenna ha consolidato anche il nuovo “ponte” marittimo fra Adriatico e Far East. Proprio pochi giorni fa la Maersk Line ha inaugurato, con la partenza della prima nave da Trieste, la nuova rotta settimanale di navi porta container fra i porti adriatici e quelli del Far East: Shanghai, Busan, Hong Kong, Chiwan, Tanjung, Pelepas, Port Klang. Le partenze avverranno da Trieste e Capodistria. Ravenna sarà collegata a questi porti ed a queste importanti rotte verso il Lontano Oriente, tramite un servizio shuttle, flessibile e veloce. Oltre agli scali prima elencati, la nuova linea marittima garantisce sbocchi di import/export anche con Indonesia, Giappone, Thailandia, Cina del Nord e Filippine. La felice posizione logistica del Porto di Ravenna consentirà a Maersk Line i migliori tempi di resa sul mercato per servire il bacino romagnolo e quello della via Emilia, tramite una fitta rete di trasporti intermodali, con sbocco sul mare. Inoltre lo scalo intermedio di Jeddah nello rotta di andata, consentirà anche un interessante approdo di export verso la penisola Araba. A completamento l’ulteriore tappa a Port Said rappresenterà il fulcro per i collegamenti da/per l’Est Mediterraneo, il Mar Nero e l’Africa Orientale.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:37807712