Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Parma. la rivolta dei cinque stelle

Sospensione da incarichi pubblici ed una lunga lettera per dire quello che non va all’interno del movimento cinque stelle. E’ la protesta messa in campo da alcuni consiglieri a Parma, dopo le vicende che hanno interessato anche il sindaco della città ducale Federico Pizzarotti.

Una lettera scritta nei giorni scorsi e inviata al garante del Movimento 5 stelle Beppe Grillo, con cui 11 consiglieri comunali, membri del gruppo di maggioranza, annunciano la loro autosospensione dal M5s. E” il nuovo “caso” che scoppia a Parma sullo sfondo della rottura tra il sindaco Federico Pizzarotti e i vertici pentastellati, ma anche dopo la scissione dei consiglieri Mauro Nuzzo e Fabrizio Savani che hanno dato vita ad un gruppo 5 stelle di opposizione. La missiva e” firmata da Stefano Fornari, Alfonso Feci, Patrizia Ageno, Roberto Furfaro, Serena Mazoli, Andrea De Lorenzi, Lorenzo Ilariuzzi, Alessandro Mallozzi, Sebastiano Pizzigalli, Olimpia Adardi, Andrea Medioli per spiegare le motivazioni “che crediamo siano condivisibili da tutti coloro che vogliono bene al Movimento 5 Stelle”. Manca la firma del capogruppo Marco Bosi ma, precisano i sospesi, “tra di noi non ci sono divisioni ed il sostegno al sindaco non e” in discussione, qui si parla d”altro. Il nostro e” un appello per un Movimento migliore, che abbia il coraggio di affrontare i propri problemi”. Nel testo della lettera, dunque, i parmigiani esprimono la loro delusione “per la deriva della gestione e conduzione del movimento da parte di staff e direttorio, che ne calpestano i principi ed i valori a noi cosi” cari”. Infatti “che il Movimento debba avere un”organizzazione lo abbiamo sempre sostenuto e caldeggiato, anche a costo di critiche pesanti dagli stessi che ora di questa organizzazione fanno parte. Altro e” che le scelte sulle persone nominate non siano mai state trasparenti, meritocratiche e soprattutto condivise. Questo cozza con i principi del Movimento ed e” inspiegabile come gli iscritti possano accettare tali imposizioni”.
Ad esempio, proseguono i consiglieri ”ribelli”, “impossibile da digerire il passaggio dinastico da Gianroberto a Davide Casaleggio, che non risulta in alcun articolo del Non Statuto, non essendo neppure stato sottoposto a votazione. Ma fosse solo questo”. Proseguono i consiglieri: “Abbiamo atteso a lungo, forse troppo, sempre nella speranza di quel cambiamento che non e” mai arrivato. E” assolutamente inaccettabile, da parte di staff e direttorio, la mancanza di rispetto per le persone che si sono messe in gioco nel Movimento, da anni, sacrificando tempo alla propria vita ed agli affetti piu” cari. Noi ne siamo l”esempio, purtroppo non l”unico, ma sicuramente uno dei piu” eclatanti”. Ad alzare la voce sono “attivisti, alcuni addirittura da prima del V-Day; quelli che hanno raccolto le firme per le prime regionali dell”Emilia-Romagna a cui il Movimento ha partecipato. Ci siamo candidati quando essere del M5s era anche essere oggetto di scherno. Siamo diventati consiglieri a Parma, con Federico Pizzarotti in un gruppo di persone fantastiche, che in questi anni ci hanno messo l”anima per dimostrare che un altro modo di fare politica esiste: che il cittadino prestato alla politica puo” fare la differenza”. Assumendo l”incarico, prosegue la lettera, “abbiamo dovuto affrontare e risolvere problemi enormi qui a Parma e l”abbiamo fatto senza aiuti; siamo stati i primi, quando la cultura di governo del Movimento non esisteva. In compenso, quando abbiamo chiesto il loro aiuto, non ci hanno mai risposto”. Su questo punto viene pero” precisato: “Non ci riferiamo alla sospensione di Pizzarotti, ma alle richieste di chiarimenti e decisioni che gli chiediamo da tempo su questioni che riguardano il gruppo consiliare e la gestione dei meetup locali che non hanno mai avuto il coraggio di affrontare”. (Fonte: Dire)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Tommaso Costa

Autore

Articolo scritto da: | 1331 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:26 ram:30459936