Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Operazione Aemilia: nuovi arresti e sequestri per 20 milioni di euro

Carabinieri e Guardia di Finanza questa mattina hanno eseguito nuovi provvedimenti di custodia cautelare e sequestri per milioni di euro nell’ambito dell’operazione antimafia Aemilia.

6 arresti e un sequestro preventivo di beni per oltre 20 milioni di euro. sono gli sviluppi della nuova tranche dell’operazione Aemilia contro le infiltrazioni dell’Ndrangheta in regione. I provvedimenti emessi dal Gip di Bologna Alberto Ziroldi su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia dellEmilia-Romagna sono stati eseguiti da decine di carabineri Modena e di finanzieri di Cremona tra Emilia-Romagna, Veneto e Calabria.

Le misure sono andate a colpire figure già quasi tutte coinvolte nei precedenti filoni. Rispondono di intestazione fittizia e trasferimento fraudolento di beni, con l’aggravante di aver agito per agevolare un’associazione di tipo mafioso. E’ stato raggiunto da custodia cautelare in carcere Giuseppe Giglio detto ‘Pino’, già accusato di essere uno degli organizzatori dell’associazione e attualmente in regime di 41 bis.

Tra i destinatari della misura ci sono poi gli imprenditori reggiani Palmo e Giuseppe Vertinelli, anch’essi già arrestati in precedenza e imputati nel processo, il commercialista crotonese Donato Agostino Clausi, anche lui finito in manette a gennaio 2015, quindi il fratello di Giglio, Giulio e il padre, Francesco, per il quale sono scattati i domiciliari.

Le indagini hanno consentito di accertare che gli indagati, fino alla primavera 2015, avrebbero eluso le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione per salvaguardare i patrimoni di provenienza illecita, di cui sono titolari occulti, rendendosi responsabili del trasferimento fraudolento di beni mobili ed immobili, mezzi e quote societarie intestandole fittiziamente a prestanome. Tra i beni sequestrati, oltre a società nelle province di Crotone, Parma, Vicenza e Verona, c’è un agriturismo del Crotonese, dal valore di diversi milioni, gestito da Francesco Giglio.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 985 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:30353984