Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

‘Ndrangheta: partito il processo Aemilia

E’ partito questa mattina nel padiglione 19 della Fiera di Bologna il processo Aemilia contro le infiltrazioni della criminalità organizzata in regione. 219 gli imputati. Un quarto di essi accusato di associazione mafiosa.

Dopo lunghe procedure di sicurezza e di identificazione è partita attorno alle 11 di questa mattina l’udienza preliminare del maxi-processo Aemilia contro le infiltrazioni dell’Ndrangheta in regione.

Il processo conta 219 imputati, 54 dei quali rispondono di associazione mafiosa. Massicce le misure di sicurezza che vedono la presenza di circa 100 uomini delle forze dell’ordine, artificieri compresi. Per gestire un così grande numero di imputati e i loro difensori è stato attrezzato appositamente il padiglione 19 della Fiera di Bologna a un costo di circa 800.000 euro spesi in gran parte dalla regione. L’aula speciale è di 3.200 metri quadri e può ospitare 600 posti a sedere. Il quartiere fieristico è presidiato 24 ore su 24. Sempre per motivi di sicurezza, è vietato l’accesso in aula anche ai praticanti degli studi legali degli avvocati coinvolti.

A presiedere l’udienza preliminare è il giudice Francesca Zavaglia, dedicata per alcuni mesi unicamente a questa udienza. Una quarantina sono i detenuti, una decina al 41bis, collegati in video-conferenza. La procura di Bologna è rappresentata dal procuratore reggente Massimiliani Serpi e dai Pm della Dda che hanno coordinato le indagini, Marco Mescolini, Beatrice Ronchi e Enrico Cieri. A capo della “‘Ndrangheta imprenditrice”, giudicata in questo processo vengono considerati Nicolino Sarcone, Michele Bolognino, Alfonso Diletto, Francesco Lamanna, Antonio Gualtieri e Romolo Villirillo. Furono tutti arrestati a fine gennaio, quando scattarono 117 misure di custodia cautelare,che colpirono anche Nicolino Grande Aracri: considerato un boss dagli inquirenti anche se in questo processo non è accusato di far parte dell’associazione.

Numerose le richieste di costituzione di parte civile nel processo.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 987 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:26 ram:30538016