Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: redazione@telesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

“Modena e Parma assurdamente ignorate nella mostra sull’Unità d’Italia”: Giovanardi polemizza con i curatori (e anche con il ministro Bondi)

Uno degli avvenimenti clou del prossimo 150simo anniversario dell’Unità d’Italia sarà la mostra “Bell’Italia” che aprirà i battenti nel mese di marzo a Venaria di Torino. Una mostra che dovrebbe riepilogare appunto la saga risorgimentale ed i contributi dati alla causa nazionale dalle varie città italiane.
Nella mostra torinese non ci sarà però alcuna citazione per Parma e Modena: “Un errore storico”, ed una “vera e propria discriminazione”, così ha definito la grave “dimenticanza” torinese il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Carlo Giovanardi, toccato sul vivo in quanto cittadino modenese.

Giovanardi ha esternato le sue rimostranze per l’accaduto nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamani presso la Prefettura di Modena. “Non si capisce come possano essere state escluse due ex capitali ducali, tra le sette capitali degli stati pre-unitari di allora. E’ inaccettabile che il ruolo avuto nel risorgimento da Modena e Parma venga ignorato in questo modo. Per non parlare poi della loro storia plurisecolare e delle capacità culturali ed artistiche che hanno prodotto…”.

Lo stesso Giovanardi ha rivelato di aver già inviato una lettera in questo senso al governatore del Piemonte e presidente del Comitato Italia 150, Roberto Cota, al garante delle celebrazioni Giuliano Amato, ed allo stesso ministro dei beni culturali Sandro Bondi.

Fino ad oggi, però, da nessuno dei destinatari del messaggio è giunta alcuna risposta.
Per questo lo stesso sottosegretario Giovanardi ha deciso di “alzare il tiro” della polemica (che forzatamente coinvolge anche qualche collega di governo e di maggioranza, come Bondi e Cota) convocando l’odierna conferenza stampa e soprattutto cercando di coinvolgere più strettamente le istituzioni culturali locali e nazionali per colmare la grave lacuna della mostra di Venaria, assegnando in essa il posto che loro compete a Modena e Parma.

Carlo Giovanardi ha subito trovato un alleato bipartisan nel sindaco di Modena Giorgio Pighi. E con l’appoggio di quest’ultimo, ovvero dell’intera città di Modena, ha annunciato di aver scritto una nuova lettera, questa volta direttamente al curatore della rassegna di Venaria, Antonio Paolucci, per invitarlo a rivedere i criteri con cui sono state incluse nella mostra le città italiane protagoniste della mostra. “Se Paolucci volesse rimediare all’esclusione di Modena e Parma, ci sarebbe ancora tutto il tempo, e soprattutto non mancherebbero materiali significativi: la Galleria degli Estensi di Modena è piena di capolavori preziosi, che non sfigurerebbero certamente nella mostra di Venaria, anzi la nobiliterebbero ancora di più… “.

Il sindaco Pighi e Giovanardi assieme all’assessore alla cultura di Parma Luca Sommi insomma pongono il problema, ma offrono anche soluzioni. Basterà per smuovere ministri competenti e responsabili della mostra? Sembra quasi che oggi sia più difficile organizzare un’esposizione oggettiva sul Risorgimento, che averlo “combattuto” 150 anni fa. Ma allora c’era un certo Cavour…


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35259656