Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Meno vigili e meno controlli sui locali rumorosi: lettera aperta dei Comitati dei residenti al Commissario dott.ssa Cancellieri

ll.ma Dott.ssa Cancellieri, ascoltando l’interessante relazione del Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Bologna, Dott. Carlo di Palma, in occasione del 150° anniversario del Corpo, rimaniamo stupiti dei pochi benefici avuti a fronte di un indubbio e costante impegno degli agenti di Polizia Municipale anche nel rispondere al nostro disagio di residenti, con maggiori controlli e sanzioni evidentemente contro quei locali che gestiscono, a volte senza rispetto di regole e diritti altrui, le loro attività notturne di somministrazione di alcol e divertimento.

È evidente che la mancata ricaduta positiva è da imputarsi al fatto che le segnalazioni e le sanzioni fatte dalla Polizia Municipale non sono tenute nella dovuta considerazione negli uffici amministrativi competenti del Comune, che non danno seguito all’azione dei Vigili con quei provvedimenti restrittivi previsti dagli stessi ordinamenti comunali contro i locali fracassoni sanzionati, primo fra tutti il ritiro della deroga di orario notturno. Già questo sarebbe un bel sollievo per quei residenti che abitano vicino a questi locali fracassoni.

Indagare sulle ragioni di tali omissioni non spetta a noi cittadini, ma ci aspettiamo che si chiarisca se si tratti solo di negligenza o ci sia ben altro poiché ci sentiamo doppiamente danneggiati, nella nostra salute e nella dignità di “amministrati”. Quando i comitati dei residenti iniziarono la loro denuncia furono tacitati e accusati di essere motivati dai più contorti interessi personali o politici.
Oggi però nessuno nega più il decadimento civico di Bologna. Oggi come allora, diciamo chiaro e forte, a chi pensa che questa situazione sia irreversibile, che la tendenza può essere invertita a patto che le scelte fatte dalle ultime Amministrazioni Comunali siano riviste sposando l’interesse dei tanti e smettendo di tutelare i privilegi di nicchie commerciali politicamente rappresentative solo dei loro interessi economici.

Tanta è l’indisponibilità ad ascoltare le istanze dei residenti (tutela del diritto costituzionale alla salute in primis), quanta è l’inopportuna generosità con cui vengono concessi spazi pubblici e deroghe d’orario notturno anche ad esercizi che svolgono la loro attività in zone densamente residenziali della città.
L’abnormità di questa situazione fu stigmatizzata anche dalla Procura della Repubblica già nel novembre del 2005. Una sentenza, a seguito di una denuncia dei residenti del Pratello, descriveva come non ci fosse alcuna omissione dai parte di Vigili e Forze dell’Ordine, ma rilevava le seguenti necessità:
1) che “le previsioni dei regolamenti e delle autorizzazioni comunali, specie sul punto degli orari notturni consentiti, potrebbero richiedere una attenta rivalutazione e ridefinizione….”
2) che “il “carico urbanistico” della zona ed in particolare ad es. della pubblica via del Pratello è stato consentito – negli anni – con un tale numero di autorizzazioni, che può apparire sproporzionato alla pur storica presenza di molte case di civile abitazione…….”
Altra scelta incomprensibile, come abbiamo appreso dalla relazione del Comandante di Palma, è il sottodimensionamento del Corpo della Polizia Municipale che da 650 componenti è attualmente sceso a 580, venendo a mancare proprio le forze più giovani, più disponibili per i turni di notte. L’entità del fatto si evidenzia se si paragona Bologna a una città gemella come Firenze che ha una popolazione poco inferiore a quella di Bologna ma su una superficie più piccola del 40%, con una popolazione di studenti universitari inferiore quasi del 50%, ma con 850 Vigili, oltre il 45% in più!
Ringraziando il Dott. Di Palma per il lavoro svolto ci auguriamo nel contempo che il Comune, quanto meno, si attivi con urgenza per fornire alla città di Bologna un reparto di Polizia Municipale in numero adeguato alle necessità della città e dei suoi problemi.

p. Comitato al Crusèl
Barbara Rinaldi

p Associazione Scipio Slataper per la tutela del centro storico
Alberto Tassinari
.
.
.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7149 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:37796440