Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Marò: Pantaleoni rimette il mandato

Dopo una serie di polemiche si è dimesso il segretario di Rifondazione Comunista di Rimini Paolo Pantaleoni che nei giorni scorsi aveva scritto e poi cancellato su Facebook un post di dubbio gusto sui due marò.

Ha rimesso il mandato a disposizione della Federazione il segretario di Rifondazione Comunista di Rimini Paolo Pantaleoni. Il politico era finito nell’occhio del ciclone a seguito delle polemiche su un suo post, poi cancellato, su Facebook in cui scriveva ‘Non è ora che impicchino i due marò?’. “L’ho detto nei giorni scorsi alla stampa locale, lo ripeto oggi: il mio post sui marò – ha scritto in una dichiarazione – è stato una colossale scemenza, di cui mi scuso con tutte le persone che ho urtato, ferito ed infastidito”.

La vicenda nelle ultime ore aveva toccato anche la Regione con una risoluzione presentata dal Capogruppo di Forza Italia Galeazzo Bignami all’Assemblea legislativa per chiedere alla Giunta di esprimere “totale e ferma condanna” del gesto di Pantaleoni. La cosa però in era andata già ben oltre i confini dell’Emilia-Romagna. Era una “battuta, me ne scuso”, aveva infatti precisato Pantaleoni in un primo momento che poi aveva aggiunto: “Sono ben più gravi le affermazioni di Salvini in cui si istiga all’odio razziale” provocando ovviamente un’immediata e lapidaria reazione del leader della Lega. Pantaleoni aveva poi nuovamente replicato battibeccando anche con Maurizio Gasparri di Forza italia e ricevendo pesanti critiche dai ranghi del centrodestra a livello nazionale. Amara,invece, la reazione di uno dei due maro’, Massimiliano Latorre. “Lo dicesse ai nostri figli.

Quando saprà che siamo innocenti avrà ancora il coraggio di scherzare? A tutto c’è un limite – si era sfogato su Facebook – anche alla sopportazione” Il segretario dimissionario di Prc di Rimini nel rimettere il mandato ha concluso così:”La mia – ha detto- voleva essere una battuta a fronte dei tanti politici che usano parole violente contro i profughi e gli stranieri, ma, ribadisco, è stata una battuta sbagliata e altrettanto violenta: una violenza verbale che è esattamente ciò in cui non credo. Perciò sono doppiamente mortificato”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7009 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30494584