Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

MamBo/Museo Morandi: “Che ne è del sogno” di Pier Paolo Calzolari

L’Istituzione Galleria d’Arte Moderna di Bologna dedica a Pier Paolo
Calzolari due eventi espositivi al MAMbo e al Museo Morandi, che si
integrano alla contemporanea mostra alla Galleria de’ Foscherari di
Bologna. L’intero progetto è a cura di Pier Giovanni Castagnoli.
L’artista torna dunque nella città in cui iniziò il suo percorso – nel 1965 allo Studio Bentivoglio – con una articolata esposizione su tre sedi che
esplora diversi ambiti ed espressioni del suo lavoro.
L’Area Video della Collezione Permanente del MAMbo, dal 23 gennaio al
27 marzo, ospita la proiezione di alcuni lavori degli anni Settanta che
testimoniano come in questo periodo Calzolari abbia rivolto la sua
attenzione verso azioni performative che esplorano la molteplicità dei
linguaggi e dei contenuti, traendo spunti ed elementi dal teatro, dalla
danza, dalla musica, dal cinema, dall’architettura e dalla letteratura.
I video proposti, che raramente sono stati presentati al pubblico, sono i
seguenti, suddivisi su tre schermi:
Schermo centrale (18’.50’’)
· Canto Sospeso-Amore usura e misericordia (work in progress 1972-
1974), ricostruzione d’archivio attraverso foto e filmati d’epoca.
Schermo sinistro (24’.21’’)
· Lettere di Tiziano (1974), video b/w, voce Catherine David;
· Aeroplano (1972), video b/w;
· Day after day a family life (1972), foto frames e audio tratti da
video smarrito;
· Naso patata Piano (1972-1974) , foto frames e audio tratti da video
smarrito;
· Il trenino (1973), foto frames e audio tratti da video smarrito;
· La sveglia (1972), ricostruzione d’archivio attraverso foto e altri
elementi d’epoca;
· Tutti questi animali (1974), estratti video b/w;
· 1970 (1974), estratti video colore e b/w;
· Il pianto (1972), film 35 mm colore, fotogrammi e disegni.
Schermo destro (8’.54’’)
· Cucù (Berlino 1973), Super 8 riversato telecinema.
I filmati (Courtesy Fondazione–Archivio Calzolari Roma – Fabio Balducci)
sono proiettati simultaneamente per l’intera giornata, all’interno dell’area
video. Accesso per il pubblico con biglietto della Collezione Permanente.
Nella Sala Ottagonale del Museo Morandi (23 gennaio – 13 febbraio), trova
spazio invece Senza Titolo 2010, un’opera di grandi dimensioni, creata da
Calzolari in occasione della mostra, in cui materiali e oggetti eterogenei
(ferro combusto e coloranti, lingotto di piombo, rame, struttura
ghiacciante, rete metallica, motore frigorifero,brocca in rame, vasca di
piombo) – cifra stilistica inconfondibile dell’artista, la cui ricerca è sempre
andata nella direzione di una “compromissione” dell’opera con la realtà e
la multiformità della materia – danno vita a forme che dialogano nello
spazio attraverso una relazione al contempo statica e dinamica.
Ingresso gratuito.
Contemporaneamente alle due mostre al MAMbo e al Museo Morandi alla
Galleria de’ Foscherari, fino al 27 Marzo sono esposte una decina di opere
comprese fra il 1976 e il 2010, tra le quali vale la pena di segnalare Marie
chante, una singolare video-installazione sonora, i cui materiali
(ferro,vetro,sughero, acqua) rendono particolarmente efficace il suono e
danno spessore emotivo all’immagine che lentamente appare e si
dissolve sullo schermo. Il periodo in cui si collocano la maggior parte dei
lavori in mostra comprende gli anni in cui l’artista definisce sempre con
maggior chiarezza la propria specificità, armonizzando in uno stile sicuro
gli elementi che già lo distinguevano dagli altri esponenti dell’Arte
Povera.
Pier Paolo Calzolari nasce a Bologna nel 1943. Vive e lavora a
Fossombrone.
Sue mostre personali sono state ospitate in importanti istituzioni museali
italiani e internazionali, tra cui: Galleria Il Ponte Contemporanea, Roma
(2007-08); Galleria Cardi & Co., Milano (2006); Museo di Arte
Contemporanea, Nizza (2003); Studio la Città, Verona (2002); Kleine Musik,
Galerie Catherine Issert, Saint-Paul-de-Vence (2001); Galerie de France,
Parigi (2001); Galleria d’arte moderna, Villa delle Rose, Bologna (1999);
Galerie Nationale du Jeu de Paume, Parigi (1994); Barbara Gladstone
Gallery, New York (1988); Galleria Civica, Modena (1986); Galerie Peter
Pakesch, Wien (1984); Galerie Knoedler, Zurigo (1983); Galerie Jean
Bernier, Athens (1981, 1984); Galleria Tucci-Russo, Torino (1977, 1979);
Galerie Folker Skulima, Berlin (1973); Galerie Sonnabend, New York (1971);
Galerie Sonnabend, Paris (1970, 1971); Galleria Gianenzo Sperone, Torino
(1969, 1970), Studio Bentivoglio, Bologna (1965, 1967, 1968).

Nella foto:
Pier Paolo Calzolari
Senza Titolo 2010
Dettaglio
Ferro combusto e coloranti, lingotto di piombo, rame, struttura ghiacciante, rete metallica, motore frigorifero, brocca in rame, vasca di piombo.
Misure cm 306x386x572


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7149 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:29 ram:37733256