Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Lopez: “Abbiamo una squadra di grande qualità”

Tra i pali ci sarà ancora Stojanovic anche se Coppola sarà tra i convocati, A Livorno il tecnico cerca la prestazione che porta al risultato

Lopez Diego2
La squadra sta bene, parola di Diego Lopez:: “Tutti sono in buone condizioni: i titolari, che in questi giorni hanno giocato due incontri, hanno svolto soprattutto un lavoro di recupero fisico”. L’unico dubbio di formazione lo toglie immediatamente lo stesso allenatore: “Gioca Stojanovic. Coppola viene con noi, ma è stato recuperato da poco. Un po’ come accaduto a Morleo una settimana fa”.
In merito al poco tempo per preparare l’incontro non fa certo drammi: “Ci dovemo abituare perchè ce ne saranno altre, ma lo abbiamo fatto per bene perchè loro sono li con noi, al nostro stesso livello. Il Livorno è ben allestito soprattutto davanti. Dovremo continuare a crescere senza guardare la classifica. E’ troppo presto e ora il primo obiettivo è guardare a noi stessi e alla crescita del gruppo a prescindere da chi troviamo davanti. Inoltre abbiamo dalla nostra una realtà importante come il fatto che siamo accompagnati dai risultati”. Ma dove bisogna lavorare ancora per continuare questo processo? “Stiamo crescendo nella fase di possesso e come movimenti sul campo. Quindi dobbiamo crescere specialmente sul piano del gioco e sul su quello del non possesso. Di lunedì scorso mi è piaciuta molto la reazione, cosa che qualche tempo fa non ci sarebbe riuscita. Ma partiamo da una base importante visto che abbiamo qualità non solo tra i titolari ma anche tra quelli che sono in panchina. Pasi, ad esempio, gioca poco ma ha qualità, così come Troianiello, che purtroppo deve scontare ancora una giornata di squalifica. A Livorno faremo la nostra partita sapendo che se vogliamo uscire con punti in tasca dovremo correre più di loro. Ma sono sicuro che ci riusciremo”
Guardandosi alle spalle non ricorda grandi incontri con i Toscani, ma è ancora viva la memoria di Klas Ingesson: “A Livorno non mi sembra di aver giocato partite memorabili. Certamente molti scontri salvezza, ma nulla di partiticolare. Per quanto riguarda Ingesson ricordo di averlo incontrato sia qui al Dall’Ara con il Bologna che al Sant’Elia. Non l’ho conosciuto al di là del campo, nello stesso momento sono davvero dispiaciuto specie in considerazione della sua giovane età”.
Tornando ai buoni risultati delle ultime settimane Lopez non vuole stravincere sui suoi detrattori: “Non cerco nessuna rivincita su chi parlava male di noi all’inizio. Ho sempre creduto nei ragazzi e nel mio lavoro. Ho sempre parlato in questo modo in quanto vedevo in loro la qualità. Ho solo chiesto un po’ di tempo per i giudizi. All’inizio, con una squadra completamente nuova, era normale dover convivere con le difficoltà. Ma ero consapevole di poter contare su diverse soluzioni e ringrazio i giocatori che non hanno mai abbassato l’impegno e a testa bassa hanno continuato a lavorare. E per ora la costanza li sta ripagando”. Gli stessi erano anche quelli che rinfacciavano al tecnico la sua mancanza di esperienza in serie B: “Ripeto ancora una volta che non devo risposte a nessuno. Posso parlare solo di quanto sto vivendo. Ovvero un campionato lungo e dificile. Ci ho giocato quatto anni e credo di conoscerlo bene anche perchè quando allenavo a Cagliari l’ho comunque sempre seguito. È vero che è basato sulla corsa ma c’è anche qualità”.
E nel Bologna non c’è che l’imbarazzo della scelta: “Le mie decisioni nascono sempre dal campo e dagli allenamenti. E’ vero che c’è chi gioca di più, ma non ho una squadra predefinita. Ogni giocatore deve conquistarsi il posto durante la settimana, senza contare che guardo anche alle caratteristiche dei signoli rispetto all’avversario”. Poi il focus sui due ultimi innesti, Diego Perez e Improta: “Diego ha nelle gambe una ventina di minuti. Ma era così anche Matuzalem, non bisogna avere fretta. Inoltre essendo loro giocatori maturi bisogna che sappiano prendere i loro tempi per la crescita individuale, non possono avere le stesse tempistiche dei più adulti. Ma quando sarà pronto potrà giocare tranquillamente anche accanto a Matuzalem da mezzala. Per Improta, invece, i tempi sono ancora acerbi. E’ con noi da un paio di settimane e arriverà anche il suo momento”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 2900 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:30290592