Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

L’aria che respiriamo: un 2017 da non ricordare

Un 2017 da non ricordare per la qualità dell’aria in Emilia-Romagna. Oltre la metà delle stazioni di rilevamento hanno registrato il superamento dei limiti di polveri sottili consentiti dalla legge.

Non sono buone le notizie sul fronte inquinamento dell’aria. Il 2017 si è chiuso in Emilia-Romagna con oltre la metà delle stazioni di rilievo della qualità dell’aria che hanno sforato i limiti di Pm10 consentiti dalla legge. Il valore massimo permesso è di 50 microgrammi per metro cubo, limite che è concesso di superare per 35 volte l’anno, ma che ben 27 stazioni su 43 hanno oltrepassato; e la media regionale è di 46 giornate fuorilegge. Nel 2016 le centraline non in regola furono solo 8, 23 nel 2015, e ancora 8 nel 2014. Il dato delle 46 giornate fuorilegge è però molto più alto di quello relativo agli anni recenti: dal 2013 al 2016 gli sforamenti su base annua furono entro i limiti di legge (rispettivamente 26, 23, 32, 23). Solo nel 2012 furono 47 giornate. Magra consolazione, lo scorso anno la media annua di Pm10 è stata entro i limiti di legge (40 μg/m3 di media) in tutte e 43 le stazioni presenti in regione. Andiamo a vedere quali sono le località più fuorilegge. In testa alla triste classifica svettano le stazioni di Piacenza/Giordani Farnese, Reggio Emilia/Timavo e Modena/Giardini (83), seguite da Parma/Montebello (74) e Colorno/Saragat e Parma/Cittadella (69). A livello provinciale, la soglia dei 35 superamenti è stata raggiunta a Piacenza in 2 stazioni su 4, Parma (3 su 4), Reggio Emilia (4 su 5), Modena (6 su 6), Bologna (3 su 7), Ferrara (4 su 4), Ravenna (2 su 4), Forlì-Cesena (1 su 5), Rimini (2 su 4).
A remare contro la qualità della nostra aria nel 2017 c’è stato il meteo: lunghi periodi con condizioni di alta pressione, assenza di precipitazioni e scarsa ventilazione hanno determinato un numero elevato di giornate con condizioni favorevoli all’accumulo degli inquinanti.
Da dove arriva l’inquinamento che respiriamo? Per gli esperti di Arpa gli ossidi d’azoto sono emessi principalmente dal traffico (56% del totale e di questa parte circa il 70% è dovuto a motori diesel) e riscaldamento domestico che usa biomassa come combustibile.
Intanto la scorsa domenica ecologica rinviata per saldi sarà recuperata il 14 gennaio. A Bologna, Imola e in 8 comuni dell’area metropolitana dalle 8.30 alle 18.30 non potranno circolare i veicoli a benzina fino all´Euro 1, diesel fino all´Euro 3 e ciclomotori fino all´Euro 0.
La successiva domenica ecologica è in calendario per il 4 febbraio. Il Piano aria regionale prevede poi fino a marzo, lo stop ai mezzi più inquinanti anche dal lunedì al venerdì.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1027 articoli inseriti

Copyright © 2018 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:22 ram:37695760