Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

La Valmarecchia passa dalle Marche alla Romagna

valmarecchiaCon l’ok definitivo del Senato, giunto oggi, l’Emilia Romagna si ritrova 7 Comuni in più, e 15mila nuovi abitanti (per l’esattezza 14.997 secondo l’ultimo censimento): è la popolazione dell’Alta Valmarecchia, che con un referendum del dicembre 2006 aveva votato per cambiare regione e provincia, passando dalle Marche alla Romagna, dalla provincia di Pesaro-Urbino a quella di Rimini.
Era dai referendum di 150 anni per l’annessione dei territori pontifici dell’Emilia Romagna al nuovo Regno d’Italia sabaudo, che non si verificava una trasmigrazione giuridico-amministrativa così significativa.
Ora i Comuni dell’Emilia Romagna sono in tutto 348. I sette nuovi municipi “romagnoli” sono Casteldieci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello. Il più popoloso è quello di Novafeltria (6.562 abitanti), il più piccolo quello di S.Agata Feltria (87 nominativi alla sua anagrafe).
Per la ratifica del cambio di regione stabilita oggi dal Senato, fra i politici emiliano-romagnoli il primo a commentare ed il più soddisfatto è stato il deputato leghista Gianluca Pini, che all’intervistatore del Resto del Carlino ha dichiarato che il Senato ha ridato dignità al popolo della Valmarecchia facendolo ritornare in grembo alla sua patria naturale, la Romagna; un’aspirazione che era stata evidenziata da bel l’84% dei voti che si erano espressi favorevolmente a questo cambiamento di regione nel referendum di tre anni fa. “Quando il provvedimento sarà pubblicato definitivamente sulla Gazzetta Ufficiale — ha annunciato l’on. Pini — faremo una grande festa popolare, probabilmente l’11 e 12 agosto,, nella piazza di Sant’Agata Feltria, il Comune più piccolo, ma da dove tutto è iniziato.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

8 Commenti in “La Valmarecchia passa dalle Marche alla Romagna”

  • Enzo Liverani scritto il 1 agosto 2009 pmsabatoSaturdayEurope/Rome 17:41

    Vorrei far notare che l’esattezza dell’articolo sarebbe migliore se Sant’Agata Feltria (uno dei Comuni passati dalle Marche in Emilia-Romagna) non apparisse come il più piccolo Comune d’Italia (da voi quotato con 87 nominativi alla sua anagrafe): Infatti S. Agata di abitanti ne ha qualcuno in più, non tanti, ma fino a 2500 circa, arriviamo anche noi, seppure con un pò di fatica, causa l’isolamento nel quale siamo stati tenuti da tanto tempo!

  • Claudio Cappelli scritto il 17 agosto 2009 pmlunedìMondayEurope/Rome 17:08

    Salve sono Claudio di S.Agata Feltria.
    Bravo Enzo ! semmai è Casteldelci che non arriva neanche a 100 persone!!!!!
    Parola mia e di Fabrizio!
    grazie comunque dell’articolo…
    ma adesso come funziona? dovranno rifare tutte le cartine geopolitiche per le scuole, università, enciclopedie,ecc…? però diamo da lavorare a tutta italia!
    ma poi la gazzetta ufficiale è stata aggiornata veramente?

  • fides scritto il 11 novembre 2009 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 20:20

    ma andate a… .

  • fi scritto il 21 dicembre 2009 pmlunedìMondayEurope/Rome 13:38

    Badare le pecore !

  • fik scritto il 24 dicembre 2009 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 12:33

    e soprattutto i montoni !

  • gill scritto il 4 gennaio 2010 pmlunedìMondayEurope/Rome 22:30

    pregasi non trascurare le CAPRE

  • cailio scritto il 6 gennaio 2010 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 19:28

    18.000 watussi in cerca di nuova riserva

  • Gino scritto il 7 gennaio 2010 amgiovedìThursdayEurope/Rome 8:47

    4 montanari erano e 4 montanari rimarranno !

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:35 ram:35418888