Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

La Guardia di Finanza scopre una frode sulle forniture al Cie di Modena

La Guardia di Finanza di Modena ha scoperto una frode che sarebbe stata portata avanti dal consorzio siciliano Oasi, gestore del CIE cittadino. La struttura è chiusa dal dicembre dello scorso anno.

Una vera e propria frode sulle forniture fatte al Cie di Modena da parte del consorzio Oasi che si era aggiudicato la gestione triennale del Centro di Identificazione ed Espulsione che era in grado di contenere fino a 60 immigrati e che è chiuso dal dicembre 2013. A scoprirla è stata la Guardia di Finanza. Sono stati denunciati due legali rappresentanti e l’amministratore di fatto del consorzio siciliano e la procura ha provveduto a richiedere formalmente il rinvio a giudizio dei soggetti ritenuti responsabili della frode. Secondo quanto risultato dalle indagini, l’Oasi si sarebbe reso responsabile di inadempienze contabili e sulla sicurezza sul lavoro. Inoltre i servizi erogati non sarebbero stati quelli previsti. Sarebbero emerse la “mancanza di medicinali e di terapie mediche adeguate” e la fornitura agli occupanti dei kit di vestiario e di biancheria per il letto non completi e non sostituiti nei tempi previsti. Inoltre il personale presente sarebbe stato inferiore a quello previsto,e i pasti avrebbero avuto porzioni scarse e di scarsa qualità”. Le inadempienze, secondo le Fiamme Gialle, sarebbero state tali da originare frequenti situazioni di tensione tra gli immigrati chiusi dentro il Cie che, nel corso del 2013, hanno messo in atto rivolte e disordini determinando gravi danni alle medesime infrastrutture e anche tra i dipendenti del Consorzio, che hanno messo in atto contestazioni sindacali. L’Oasi aveva ottenuto l’appalto con una procedura negoziata offrendo un ribasso del 3% sul prezzo a base d’asta, pari a 30 euro giornalieri per ciascun ospite, per ltre 1,9 milioni di euro. “Dall’esame della documentazione acquisita – si legge nella nota delle Fiamme Gialle – è emerso che il consorzio ha presentato dei certificati di regolarità contributiva che non corrispondevano alla propria, reale posizione. Infatti – viene evidenziato – il consorzio, a causa di una conclamata incapacità economico-finanziaria, aveva accumulato un effettivo debito contributivo verso gli enti previdenziali pari ad oltre 300.000 euro”. L’Oasi stava anche concorrendo per aggiudicarsi appalti a Milano e a Roma ma a seguito delle indagini è stato escluso dalle gare.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Andrea Musi

Autore

Articolo scritto da: | 52 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:30467792