Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

La Fortitudo travolge Ozzano 95-72

La prima semifinale play off di A Dilettanti, davanti a 4400 spettatori, è andata agli uomini di Finelli che fin da subito ha dominato la partita


da www.fortitudo.it
PalaDozza caldissimo, per gara 1. C’è voglia di vivere questa sfida, terzo atto stagionale di un derby antico e ritrovato, che regala uno spettacolo autentico al palcoscenico della Serie A Dilettanti. C’è però anche il silenzio, raccolto, per il minuto dedicato alla tragedia della scomparsa del figlio dell’arbitro bolognese Alessandro Tirozzi, al quale va l’abbraccio di tutti noi e la dedica di questo derby.
Primo quarto – Al 2/2 dalla linea di Davide Lamma risponde il 2+1 di Diviach per il sorpasso Gira, ma Micevic con due triple consecutive lancia la Effe sull’8-3, costringendo Salieri – che ha già cambiato Stojkov per Sanguinetti – a spendere il primo time out. Si riprende con due tiri liberi dello stesso Marko (già a quota 8, sui 10 di squadra), ma Perego ben servito sottocanestro torna a dar punti a Ozzano. Cittadini trasforma un gran rimbalzo d’attacco, e Malaventura trasforma un recupero difensivo nell’assist per la tripla di Sorrentino del 15-5. Perego mette il suo secondo canestro, ma Matteo aggiunge la tripla del 18-7, e quindi dopo una gran finta quella del 21-7. Perego insiste, praticamente da solo, mentre Salieri ha messo Casella per Ranuzzi e rimesso Stojkov per Sanguinetti. Ancora Amori, segnano da sotto Citta e Micevic (tap in al volo), 25-11e doppio innesto Muro-Gigena (per Marko e Gennaro), e Malaventura piazza la sua terza tripla per il 28-11, quindi serve a Lamma il pallone per quella del +20, 31-11 a 40″ dalla prima sirena, resta il tempo per due liberi di Ranuzzi e un gran canestro su rimbalzo offensivo di Quaglia, appena entrato dopo il secondo fallo di Cittadini, 33-13.
Secondo quarto – Segna subito Perego, provando a svegliare i suoi, mentre Gigena da terra commette un antisportivo che consente a Diviach di infilare i due liberi e a Ozzano di rimettere in campo il pallone, trovando ancora un canestro di Perego (10) e un break da 6-0. Un gran recupero con assolo in contropiede di Lamma rimette immediatamente in carreggiata la Effe, con una scarica rabbiosa di Gigena che infila la tripla, segna in taglio su assist di Lamma, quindi recupera un pallone e serve a rimorchio Quaglia per il 42-21, time out Gira e ovazione per l’italo-argentino. La prima tripla di Ranuzzi è anche la prima di Ozzano (con la Effe a 7/11 nel primo quarto), ma Lamma manda a schiacciare Quaglia con tanto di libero aggiuntivo e 45-26 sul tabellone. Il Gira prova a spingere col solito Perego e aggredendo Muro in difesa, ma Gigena piazza un 2+1, e alla tripla di Casella risponde subito quella di Genovese (51-31). Salieri prova la zona 2-3, Finelli rispedisce in campo Malaventura. Ma il finale di quarto è caratterizzato solo dai liberi di Prandin e Casella, complici i secondi falli di Lamma e Malaventura che fanno arrabbiare la Effe, e dai due liberi di Sorrentino negli ultimissimi secondi, per il 54-37.

Terzo quarto – Si riparte dal 9/14 da tre per la Fortitudo (contro il 2/11 degli ospiti) dei primi 20′. E il tuffo di Davide Lamma per controllare il pallone sul parquet scivoloso riuscendo a servire a Cittadini l’assist per la schiacciata dice che l’atteggiamento biancoblù è ancora quello migliore. Da parte sua, il Gira ricomincia con la tripla di Casella e un canestro in transizione di Perego, riavvicinandosi a -14. Ma soprattutto, guadagna il terzo fallo di Lamma, che “sfonda” in palleggio a metà campo su Prandin. Finelli non si fida e va in timeout, chiedendo nuovamente ai suoi la massima intensità. Quella che mette Micevic in difesa, quella che mette Cittadini con due rimbalzi d’attacco consecutivi, guadagnando un 2/2 dalla linea. Dentro Muro per Lamma ma accesa la terza lampadina anche da Cittadini, Sanguinetti piazza la tripla dall’angolo del -13, ma soprattutto Perego guadagna il quarto fallo di Cittadini (che chiedeva lo sfondamento), 58-46. Oltre a Quaglia rientra Gigena, Sorrentino mette due punti importanti in entrata, e Silvio un tiro dal post basso per il 62-46. Time out per Salieri a 3’44”, quindi una rimessa con 2″ con Muro che inventa un gran canestro da sei metri! Quaglia fa un buon lavoro difensivo su Perego guadagnando due liberi, ma la tripla di Ranuzzi dice che il Gira vuole provarci ancora (-16). Ma Stojkov commette il quarto fallo per il 2/2 di Sorrentino, Gigena piazza un tiro dal post-alto ma Prandin vola in transizione, quindi ancora quattro liberi biancoblù, con Gigena e Quaglia, per il 74-54 della terza sirena.
Quarto quarto – Grande azione a tre Muro-Sorrentino-Gigena in transizione chiusa con la tripla dall’angolo e canestro in avvicinamento di Lamma, ma soprattutto difesa e rimbalzi, la Fortitudo comincia così gli ultimi 10′ come a voler togliere subito le ultime speranze a Ozzano. Salieri lo capisce e chiama subito il time out (79-54) per far continuare a lottare i suoi giocatori, ottenendo subito dopo due transizioni, una chiusa col canestro di Prandin e l’altra invece con lo sfondamento di Perego. Finelli, dalla sua, rimette Malaventura e Cittadini, non importa lo scarto perché la partita resta viva e tutta da giocare. Ancora zona per il Gira, ma Muro la buca subito dall’angolo (82-58). Tripla anche per Lamma, quindi i cambi per Finelli che toglie Malaventura, Cittadini e Gigena dando spazio ai giovani, quindi anche Muro dopo un fallo duro di Ranuzzi che scalda gli animi. Gli ultimi 4′ scorrono via non leggeri, ma con i due allenatori che certamente stanno già cominciando a pensare a gara 2 di sabato prossimo al PalaGira, mentre una gran tripla di Genovese e una gran stoppata di Jacopo Borra scatenano le ultime ovazioni del PalaDozza. E la sirena finale dice 95-72 per l’AMORI Fortitudo e 1-0 nella serie.

AMORI FORTITUDO BOLOGNA – PENTAGRUPPO GIRA OZZANO 95-72

Amori: Muro 7 (1/1, 1/2, 2/3), Malaventura 9 (0/1, 3/5, 3/6), Borra 3 (3/4 t.l.), Cittadini 8 (3/5, 0/0, 2/2), Gigena 17 (4/10, 2/4, 3/3), Lamma 12 (2/4, 2/3, 4/7, 6 assist), Genovese 6 (2/3 da tre), Quaglia 14 (4/7, 0/0, 6/7), Sorrentino 9 (1/3, 1/5, 4/4), Micevic 10 (1/3, 2/2, 2/2). All.: Finelli.

Pentagruppo: Casella 12 (2/3, 2/4, 2/2), Stojkov (0/1 da due), Perego 18 (8/12, 0/1, 2/4), Diviach 7 (2/4, 0/3, 3/3), Corsaletti ne, Ranuzzi 12 (2/4, 2/4, 2/3), Sanguinetti 9 (0/0, 2/5, 3/4), Spizzichini 2 (1/1, 0/1), Rosignoli (0/2, 0/0, 0/0), Prandin 12 (5/11, 0/4, 2/2). All.: Salieri.

Spettatori: 4.400
Parziali: 33-12, 54-36, 74-53, 95-72
Arbitri: Colasanti, Rossi
Tiri da due: Amori 16/34 (47%), Pentagruppo 20/38 (53%)
Tiri da tre: Amori 13/24 (54%), Pentagruppo 6/22 (27%)
Tiri liberi: Amori 24/26 (92%), Pentagruppo 14/20 (70%)
Rimbalzi: Amori 36 (24+12), Pentagruppo 30 (17+13)
Recuperate/Perse: Amori 20-19, Pentagruppo 19/19
Assist: Amori 15, Pentagruppo 16
Valutazione: Amori 119, Pentagruppo 75


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Matteo Fogacci

Autore

Articolo scritto da: | 3300 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:35270576