Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Cinque medici in meno al Centro Tumori: l’oncologo modenese Massimo Federico fa lo sciopero della fame

È molto amareggiato il professor Massimo Federico, al punto da iniziare uno sciopero della fame davanti alla direzione generale del Policlinico di Modena. “L’atto clamoroso” così come definito dallo stesso oncologo, è stato provocato dal mancato accordo integrativo sulle mansioni di cinque suoi collaboratori. Il professore, docente di Oncologia Medica 2 e presidente dell’Associazione Angela Serra, parla di un “comportamento offensivo” per le rassicurazioni dategli da tempo, spazzate via invece con una lettera in cui si nega ai suoi collaboratori di continuare l’attività assistenziale, in pratica di lavorare; l’Azienda Ospedaliera-Universitaria non avrebbe ”tenuto fede agli impegni solennemente presi in più occasioni per portare a soluzione la vicenda del Centro Oncologico Modenese”. L’oncologo, che questa mattina ha reso nota la propria forma di protesta proprio davanti all’ufficio del direttore sanitario dell’Usl Stefano Cencetti, ha fatto capire anche come questa vicenda sia per lui la “punta dell’iceberg” di altre ingiustizie mai digerite.
In particolare Massimo Federico ha fatto riferimento a una vicenda del 1998, allorquando – sostiene lo specialista – ”un importante sponsor (la Ferrari ndr) donò 50 milioni di lire al Centro Oncologico Modenese, denaro che però – a suo dire – non fu destinato dall’azienda ospedaliera agli scopi voluti. Segnalai al benefattore la mia amarezza per il mancato utilizzo di queste risorse – ha detto Federico – ma poi fui vittima per questo di una vergognosa vendetta da parte di chi allora era ai vertici del Policlinico”.

Riguardo alla protesta di Federico contro il mancato accordo integrativo sulle mansioni dei cinque professionisti, la direzione dell’ospedale ha spiegato di ”aver dato allo stesso le dovute risposte, risposte che possono non piacere all’interessato ma che sono state formulate in maniera chiara e motivata, coerentemente con le linee di lavoro e gli obiettivi di bilancio 2010, e ampiamente illustrati a tutto il corpo professionale del policlinico di Modena nelle passate settimane”.

Il direttore generale ha inoltre fatto sapere di aver convocato per i prossimi giorni, in accordo con il direttore di dipartimento prof. Giuseppe Torelli e la direzione sanitaria, il comitato direttivo del dipartimento di oncologia per analizzare in maniera ancora piu’ approfondita la programmazione annuale 2010 del dipartimento.

Il Professor Federico comunque non cede. “Non mi muovero’ di qui, non recedero’ dalla mia protesta (lo sciopero della fame, ndr) – ha ribadito – finche’ non si troverà un accordo definitivo su tutte queste questioni”, puntualizzando in primo luogo proprio l’attivazione dei contratti delle persone che lavorano con lui. E’ sicuro di essere nel giusto e chiede solo chiarezza e trasparenza.
Se ciò non fosse, “Mi auguro che questa vicenda termini con la rimozione dell’attuale direttore del dipartimento” ha concluso, con un tono fra il polemico e lo sfiduciato, il noto oncologo.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Tommaso Costa

Autore

Articolo scritto da: | 1444 articoli inseriti

Un Commento in “Cinque medici in meno al Centro Tumori: l’oncologo modenese Massimo Federico fa lo sciopero della fame”

  • Antonio scritto il 4 febbraio 2010 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 20:59

    Il Modenese dell’anno avrà i suoi buoni motivi.
    Considerando tutte le attività benefiche svolte, noi cittadini auspichiamo ad una risoluzione in tempi brevi.
    Antonio,

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35377120