Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

L’evasione fiscale (25 milioni) corre in Superbike: sponsor con fatture gonfiate. 14 denunciati a Modena. Un caso precedente a Rimini

superbikeUn’evasione fiscale di circa 25 milioni – tra importi sottratti a tassazione e imposte non versate a vario titolo – è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Modena, che ha denunciato all’autorità giudiziaria dodici imprenditori per omessa dichiarazione, dichiarazione fraudolenta, dichiarazione infedele ed emissione di fatture per operazioni inesistenti. Altre due persone sono state denunciate per riciclaggio.
Un caso analogo, anch’esso per cifre evase considerevoli (10 milioni), era già emerso nell’Ottobre scorso, sempre in relazione a sponsorizzazioni “gonfiate” sulle carene di team motociclistici che partecipavano al campionato mondiale Superbike. In quel caso l’epicentro dell’evasione era stato localizzato in Romagna, nei “giri” di fatture dell’agenzia di un imprenditore riminese (G.P. le sue iniziali).
Questa volta la “frittata fiscale” è stata fatta invece nella parte emiliana della regione. Per la precisione a Modena. Qui le Fiamme Gialle hanno eseguito in novembre un’ispezione tributaria in una società che opera nel settore delle sponsorizzazioni sportive, con sede a Modena. L’attività illecita (che ha portato alla scoperta dell’evasione multimilionaria) veniva realizzata tramite società residenti all’estero e con l’emissione di fatture false a favore di diversi soggetti economici, che in questo modo abbattevano il proprio reddito imponibile. (ANSA).
Sono ritenuti dalla Finanza evasori totali due degli imprenditori del campo delle sponsorizzazioni denunciati dopo controlli effettuati a Modena il mese scorso. Le Fiamme Gialle hanno scoperto un’evasione di 25 milioni di euro tra importi sottratti a tassazione e imposte non versate. Quattordici le persone denunciate. La frode – secondo gli inquirenti – sarebbe stata realizzata nell’ambito delle sponsorizzazioni del motociclismo, nell’ambito dei campionati mondiali Superbike e Supersport, con l’emissione di fatture per operazioni inesistenti a favore di società italiane che si procuravano costi fasulli per abbattere i propri utili. I due evasori totali, entrambi modenesi, non risultavano avere alcuna attività imprenditoriale. Ma secondo la Finanza loro stessi avrebbero istruito le società che gestiscono i team motociclistici a cedere spazi pubblicitari sulle carene delle moto a due fantomatiche società: il tutto a prezzi simbolici, a volte anche di un euro. Le due società cartolari anglosassoni create dai due modenesi avrebbero poi, a loro volta, fornito fatture gonfiate e con prezzi fuori mercato a società italiane che acquistavano gli spazi pubblicitari. In questo modo, mentre le società dei team corse, emettendo fatture per importi simbolici nei confronti delle società estere potevano comprimere i propri ricavi, le società italiane che poi si vedevano recapitare da quelle anglosassoni fatture d’acquisto esorbitanti vedevano lievitare a dismisura i propri costi per abbattere la base imponibile. La procura di Modena ha potuto verificare i dati dei conti correnti esteri (in Inghilterra, Svizzera e Austria) movimentati con queste fatture. Gli inquirenti hanno accertato come le società italiane acquirenti degli spazi pubblicitari si facessero riconsegnare dalle due anglosassoni circa l’80 per cento degli importi ‘fuori mercato’ che avevano pagato loro. Dieci amministratori di queste società italiane sono stati denunciati, come i due modenesi ritenuti ideatori della frode. Altri 40 sono stati segnalati ai reparti della Finanza competenti in tutta Italia (Umbria, Marche, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna). La sovraffatturazione risalirebbe al periodo 1999-2005: la base imponibile sottratta è stata quantificata in 20 milioni, mentre è di 5 milioni la quota Iva non pagata.
Altre due persone sono state denunciate per riciclaggio: sono accusate di aver fatto rientrare capitali in Italia da conti correnti stranieri.
Naturalmente c’è molta curiosità per conoscere i nomi dei team e dei piloti coinvolti in questo giro di sponsorizzazioni truccate. Su questo gli inquirenti hanno mantenuto un certo riserbo, ma non è escluso che le conseguenze giudiziarie ed economiche possano creare qualche problema alla griglia di partenza del prossimo mondiale Superbike (soprattutto in questo momento di crisi generale, in cui non si trovano nuovi sponsor, figuriamoci dover restituire al fisco i soldi di quelli passati… ).

(fonte ANSA).

Foto generica di repertorio


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35259120