Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Kyenge a Salvini, botta e risposta sui social

Confronto a distanza fra l’ex ministro dell’integrazione Cecile Kyenge e il leader della Lega Nord Matteo Salvini dopo la condanna subita dal segretario emiliano del Carroccio Fabio Rainieri per diffamazione aggravata nei confronti della stessa Kyenge.

Si è svolto sul web il botta e risposta fra l’ex ministro per l’integrazione del PD Cecile Kyenge e il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, ora entrambi europarlamentari. Il casus belli è quello scoppiato nelle ultime ore a seguito della condanna del segretario della Lega Emilia e neo vicepresidente dell’assemblea legislativa regionale Fabio Rainieri. Il tribunale di Roma ha inflitto all’esponente del Carroccio un anno e tre mesi di reclusione per aver pubblicato sul proprio profilo Facebook una foto della Kyenge con il volto ritoccato in modo da apparire una scimmia e lo ha condannato anche a un risarcimento di 150.000 euro, accogliendo integralmente la richiesta del legale di parte civile. L’accusa, pesante, era quella di diffamazione con l’aggravante della discriminazione razziale. “Alla faccia della Libertà di Satira! Neanche a un ladro o a uno spacciatore danno una condanna così, pazzesco”, ha scritto su Faacebook Salvini, ottenendo in poco più di 15 ore 15mila ‘Mi piace’, 1900 commenti e quasi 1.700 condivisioni. Non si è fatta attendere su Twitter la replica dell’europarlamentare Pd: “Caro @matteosalvini dire che i neri sono animali non è uno scherzone, alias satira, è reato ed è per questo che ne rispondete in tribunale”. “Ha vinto la giustizia”- era stato il commento a caldo dell’ex ministro. “Non si trattò di una critica politica, ma di vera e propria propaganda volta a seminare odio e violenza-aveva poi aggiunto- perché la critica implica dialettica e argomentazione. Dileggiare una persona esclusivamente per il colore della pelle non implica argomentazione, né retropensiero. È come dire: ‘tutti voi, neri, non siete solo razza inferiore ma siete animali'”. Kyenge aveva poi detto di trovare grave la decisione della Lega Nord di non discostarsi dalle posizioni sostenute da Rainieri. “Sono allibito davanti alla macchina del fango montata ad arte solo per mettere a tacere l’avversario politico. Da più parti vedo sollevarsi accuse di discriminazione razziale nei miei confronti. Ma sono – e lo ribadisco ancora una volta con forza – accuse montate ad arte e che non hanno alcuna base di verità. Il fotomontaggio incriminato non ha alcun intento razzista”-ha scritto su Facebook in giornata lo stesso Rainieri. Richieste di dimissioni da parte sua sono arrivate da parte del Movimento 5 Stelle e del PD in Regione.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 987 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:32 ram:30596216