Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

In “Con i piedi per terra” : le novita’ di Macfrut, le ricette di Patata in Bo, un libro per vivere gratis il meglio dell’Italia (SAB 12:30)

Una puntata ricca e variegata quella in onda questa settimana: sabato 8 ottobre alle 12.30 su Telesanterno, poi martedi’ 11 alle 21, e sul network nazionale Odeon tv il prossimo lunedi’ 17 ottobre alle 20.30. Un reportage che ci guida nel mondo dell’ ortofrutta , delle sue problematiche ma anche delle sue tante novita’ sul fronte della ricerca e dei prodotti , e poi fa fuoco sul tubero per eccellenza , la patata. Ma andiamo per ordine :
Alla maggior rassegna ortofrutticola del Mediterraneo che si tiene a Cesena spetta la copertina : al Macfrut tante imprese propongono miglioramenti e sperimentazioni e anche quest’anno l’ OSCAR per l’innovazione. E’ il grande appuntamento di tutta la filiera ortofrutticola, dove nei convegni pubblici e negli incontri privati si analizza a livello mondiale la situazione del settore, si lanciano prospettive per la soluzione delle problematiche, si fanno affari e si propongono innovazioni e novità. Ai nostri microfoni il ministro Saverio Romano, il presidente Coldiretti Sergio Marini, e alcuni produttori-innovatori che ci presentano la pesca dell’autunno, alte tecnologie per un sensore di qualità interna, che non danneggia il frutto e va oltre alla semplice “osservazione” visiva, consentendo di valutare scientificamente gradi di maturazione e zuccheri,, o le nuove mele dell’Alto Adige. E per ribadire come l’ortofrutticoltura sia sempre più attenta all’ambiente e alle nuove energie, ecco le serre fotovoltaiche (monofalda e bifalda) e i film a basso impatto ed i prodotti biodegradabili
Innovazioni anche di prodotto, con le confezioni “da taschino” o da viaggio per contenere frutta secca affumicata , un melone dal nuovo colore e nuovo gusto, e i pomodori che la ricerca ha reso resistenti ai nematodi e al tylc. Insomma una kermesse che abbraccia agricoltura, turismo ed enogastronomia.
E intanto Bologna festeggia la patata con PATATA in BO iniziativa che nasce con lo scopo di valorizzare la patata in quanto alimento “povero” ma essenziale e dalla grande versatilità di utilizzo. In particolare l’attenzione va alla patata tipica di Bologna, prima ed unica in Europa ad aver ottenuto la DOP. Oggi la patata di Bologna rappresenta una delle realtà più importanti della economia agro-alimentare bolognese, rendendo il territorio punto di riferimento per gli altri distretti grazie agli elevati standard qualitativi raggiunti. Ma PATATA in BO – settimana nazionale della patata, vuole comunicare e valorizzare tutto il comparto pataticolo nazionale, rilanciando e dando spazio a tutte le realtà pataticole della penisola, e coinvolge tutti colori che alla patata sono legati, anch ei ristoratori della citta’ che si impegnano a realizzare prelibati piatti per questa terza edizione , inserita nel Wine Food Festival Emilia-Romagna il ricco cartellone di iniziative messo a punto dall’APT per far conoscere le eccellenze dell’enogastronomia regionale.  
E per finire, un occhio in libreria, incontrando l’autrice di un libro-vademecum tra turismo ed enogastronomia, ma soprattutto per vivere emozioni senza spendere una lira, come dice il titolo: “101 COSE DIVERTENTI, INSOLITE E CURIOSE DA FARE GRATIS IN ITALIA ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA” della giornalista Isa Grassano per Newton Compton , una guida da portare sempre con sé per avere a disposizione, nel nostro Bel Paese, numerose idee e suggerimenti per emozionarsi, scoprire tesori e luoghi interessanti, a costo zero.
Qualche esempio? Dozza, vicino Imola, borgo medievale vera galleria espositiva che non chiude mai con afreschi a cielo aperto. Oppure Livigno, il piccolo Tibet lombardo, con opere di ghiaccio della manifestazione Art In Ice . Persino i grandi musei, dove c¹è l¹opportunità di entrare gratuitamente in determinati giorni. Dal nuovo Museo del Novecento di Milano a palazzo dell¹Arengario, proprio vicino al Duomo, persino i Musei Vaticani: mezza giornata di ingresso gratuito, l¹ultima domenica del mese. sale espositive completamente free come il Museo dei Cuchi, particolari fischietti artigianali sull¹altopiano di Asiago. il Museo del Disco d¹Epoca a Sogliano al Rubicone. A Sant¹Arcangelo di Romagna collezione 8000 BOTTONI.
O semplicemente veder sorgere il sole del nuovo anno, a Punta Palascia, Otranto, il luogo più ad est di Italia. Senza dimenticare le occasioni ghiotte : sagre e feste, Campanacci in Basilicata, a metà gennaio. E chi ha la pazienza di attendere il giorno del proprio compleanno c’e’ tutta l¹Italia in Miniatura di Rimini.
Una mappa completa da Nord a Sud, che abbraccia ogni ambito, dall¹arte e cultura alla gastronomia, dalle gite fuori porta adatte per famiglie con bambini, ai suggerimenti per vivere meglio la propria città. Il tutto arricchito da curiosità storiche, numeri di telefono e siti internet. E¹ stato definito il libro dell¹austerity, qualcuno l¹ha paragonato ad una filosofia di vita (curiosa, positiva e sobria), altri ad una sfida (vincere la convinzione che fare il turista ha un caro prezzo ), altri ancora ad un modo per sognare ed ³uscire² dalla crisi economica, ma se fino a qualche tempo fa, ricercare le cose no cost, rappresentava una³scelta obbligata² di alcune fasce di consumatori, oggi è uno stile di vita interessante per gran parte della popolazione, Un fenomeno considerato chic O come dice Daria Bignardi…” È qualcosa di più di una trovata divertente o di una guida ben fatta e originale: corrisponde a una filosofia di vita. “.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:30 ram:37802960