Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Il ministro Bondi a Bologna: “Se si facessero intercettazioni anche qui, ne verrebbero fuori della belle!”

“L’Emilia-Romagna e la Toscana, forse, sono le Regioni in cui persiste quello che era il tratto dominante della prima repubblica che poi ha dato luogo a Tangentopoli: una compenetrazione indissolubile tra potere politico e potere economico. Che è poi la causa della corruzione e del malgoverno”. E’ l’attacco lanciato da Sandro Bondi, ministro per le Attività e Beni Culturali, che a Bologna, con la compagna Manuela Repetti (Pdl), ha tenuto una conferenza stampa a sostegno della candidata alla presidenza della Regione per il Pdl e la Lega, Anna Maria Bernini. “Qui – ha spiegato – c’é un dominio ininterrotto e, più che altrove, si è creata una compenetrazione, un connubio tra potere politico e potere economico. E’ in questo intreccio perverso che nasce la corruzione politica. Qui questo potere è intatto”. E la vicenda del sindaco Delbono, ha proseguito Bondi, “é solo l’iceberg. E’ niente rispetto a quello che c’è sotto, che non emerge, ma che verrà a galla prima o poi. Se qualcuno si occuperà di mettere un occhio e magari intercettare anche qui, ne verranno fuori delle belle”. In tal senso la Bernini rappresenta, per il ministro, “un seme di speranza”. Per “una politica più pulita e trasparente” e soprattutto è “il segno di un cambiamento, che dal dopoguerra non c’é mai stato. L’alternanza è l’essenza della democrazia e se questa non avviene la democrazia sparisce. L’avvicendamento gioverebbe anche alla sinistra”. E allora, ha domandato un cronista, come sta insieme questa visione con la candidatura di Formigoni per un quarto mandato in Lombardia? Bondi ha risposto: “Io ho parlato dell’Emilia-Romagna, ma è tutta una parte dell’Italia in cui dal dopoguerra ad oggi non c’é stata mai una Giunta di colore diverso da quella di sinistra. E’ un blocco di potere, che si è cementato e che non offre neppure la speranza di un rinnovamento”. (ANSA).

“IN ITALIA AVVENGONO COSE DA PAZZI”

“Nel nostro paese stanno avvenendo cose da pazzi”. Così ha risposto ad una domanda sulle intercettazioni telefoniche lo stesso ministro ai Beni e alle Attività culturali Sandro Bondi, a Bologna, a margine di una conferenza stampa in appoggio alla candidata alla presidenza della Regione Emilia-Romagna, Anna Maria Bernini. “Credo che gli italiani si rendano conto – ha proseguito Bondi – che questo è un paese in cui tutti sono intercettati e tutti sono intercettabili. Perfino i parlamentari, perfino il capo del Governo, perfino il ministro degli Interni è intercettato e intercettabile. Questo un segno di barbarie, di fronte a cui tutte le persone di buon senso dovrebbero ribellarsi”, ha concluso. (ANSA).

IN EMILIA-ROMAGNA LA CULTURA E’ STERILIZZATA. DA QUI NIENTE DI NUOVO”

Il ministro alla Cultura Sandro Bondi ha criticato fortemente anche la politica cultura del centrosinistra in Regione e nei maggiori Comuni dell’Emilia Romagna.
“Non ricordo, in questi due anni da ministro, nulla di significativo, dal punto di vista culturale, provenire dall’Emilia-Romagna. In questa regione la cultura è sterilizzata” – ha aggiunto il ministro ai Beni e alle Attività Culturali Sandro Bondi – “Ricordo iniziative da Venezia, Napoli, Palermo. Forse l’unica idea che è uscita da qui è il festival verdiano a Parma”, ha proseguito. Il motivo, per Bondi, è politico: “In questa regione – ha spiegato – tutto viene sotterrato e subordinato al peso della politica e dell’ideologia, che non permette agli artisti di esprimersi liberamente. Dove c’é un governo di sinistra tutte le iniziative culturali sono finanziate dal potere politico e pubblico. Non c’é possibilità per quelle al di fuori. Se ai privati e alla società civile, invece, venisse data la possibilità di esprimersi, verrebbe fuori qualcosa di nuovo”. Il ministro ha poi risposto ad una domanda sui problemi del Teatro comunale di Bologna. Riguardo al blocco delle assunzioni da parte degli enti lirici, indicato come uno dei motivi delle frizioni, “si parla di un provvedimento che il Governo deve ancora assumere. Secondo me – ha risposto Bondi – queste agitazioni sono dettate unicamente dalla volontà di alcuni sindacati di fare propaganda alla vigilia delle elezioni. Non ci sono altre ragioni. Si protesta e ci si mobilita contro un provvedimento che non è stato ancora assunto. Credo che il sovrintendente Tutino – ha aggiunto – si stia muovendo in maniera molto corretta, nell’interesse della cultura e non delle forze politiche”. (ANSA).

LE REAZIONI. SILVANA MURA (IDV): “ACCUSE BASATE SUL NULLA”

“Il Pdl, davanti ad intercettazioni come quelle ultime di Trani e quelle ancor più imbarazzanti relative alla protezione civile, grida al solito complotto. Al contrario in Emilia-Romagna lancia accuse su tutto basandole sul nulla”. Lo dichiara l’on. Silvana Mura, coordinatrice dell’Idv in Emilia-Romagna. “Che la destra in questa regione non avesse un programma e che partecipasse alle competizioni elettorali semplicemente per onor di firma – aggiunge – ce ne eravamo accorti da tempo, ma in queste Regionali questa caratteristica sta emergendo in maniera davvero imbarazzante. Il bello è che per rimediare queste figure non bastano gli esponenti locali, ma chiamano consumati personaggi dello spettacolo come il ministro Bondi”. (ANSA).

CASINI (UDC), “FORSE BONDI NON HA TORTO”

“Voglio sperare che, come ci sono nel resto del paese, le indagini e le intercettazioni ci siano anche in Emilia-Romagna. Ma, se capisco quello che ha detto, non ha del tutto torto in questo caso”. Così il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, a margine di una manifestazione elettorale a Bologna, ha risposto ai giornalisti che gli hanno ricordato una affermazione del ministro Sandro Bondi il quale, sempre oggi nel capoluogo emiliano, ha detto che “se qualcuno si occuperà di mettere un occhio e magari intercettare anche qui, ne verranno fuori delle belle”. (ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 7150 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:31 ram:37850816