Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Il giorno più lungo di Delbono, le prime reazioni. Mazzuca “Un bis di Turisti per Caso”. G.Cazzola “Nuove elezioni”. Pdl “In Comune serve una nuova fase”

Mentre il sindaco Delbono sceglieva le sue telecamere preferite (quelle di E’ Tv) per chiarire ai bolognesi (almeno a quelli che guardano E’ Tv) la sostanza di ciò che sarebbe emerso dal suo lungo interrogatorio in procura, vari esponenti dell’opposizione e lo stesso coordinamento bolognese del Pdl affidavano all’Ansa ed ai giornali locali le loro prime reazioni di fronte ai nuovi sviluppi del caso che ha “riunito” nello stesso fascicolo del tribunale lo stesso Delbono e la sua ex-segretaria ed ex-fidanzata Cinzia Cracchi.

GIANCARLO MAZZUCA (Pdl): “UN BIS DI TURISTI PER CASO”

“Dopo avere sponsorizzato, coi soldi di tutti, la noiosa trasmissione ‘Turisti per caso’ con Patrizio Roversi e Siusy Blady andata a lungo in onda su Rai 3, la Regione Emilia-Romagna avrà pensato che era meglio e anche più divertente fare tutto in casa: ‘Turisti per caso’ edizione speciale interpretata dai funzionari Vip”. Cosi l’on. Giancarlo Mazzuca, candidato del Pdl e della Lega alle prossime elezioni regionali in Emilia-Romagna, ha commentato ironizzando gli ultimi sviluppi dell’inchiesta sul sindaco di Bologna per i fatti che risalgono al periodo in cui era vicepresidente della Regione.

GIULIANO CAZZOLA, (Pdl) “POTREMMO VINCERE NUOVE ELEZIONI”

“Per come si stanno mettendo le cose a Bologna diventa sempre più probabile che si torni a votare tra qualche mese. E’ bene prendere sul serio questa ipotesi e renderne consapevoli anche i vertici del Pdl, perché stavolta esiste davvero la possibilità di vincere, sempre che il fronte moderato non si divida come nel 2009”. Lo afferma il deputato bolognese del Pdl Giuliano Cazzola. “Presto – aggiunge – il caso Delbono potrebbe riversarsi anche sulla campagna elettorale per la Regione. Il Partito Democratico, pertanto, arriverà rapidamente a prendere delle decisioni sul futuro del sindaco. Bisogna essere preparati e saper tessere tutte le alleanze necessarie con un solo obiettivo: scegliere il candidato o la candidata che abbiano maggiori possibilità di vittoria”. (ANSA).

COORDINAMENTO PDL BOLOGNA “SERVE UNA NUOVA FASE AMMINISTRATIVA”

Il coordinamento Pdl cittadino di Bologna ha espresso, con una nota, “profonda preoccupazione per la crisi che sta attraversando la giunta comunale per effetto delle vicende riguardanti il sindaco Flavio Delbono, che hanno evidentemente ricadute sulle prospettive della città e alimentano un clima di sfiducia dell’opinione pubblica nella politica”. “Al di là delle accuse esplicite di queste ore e che, se provate, confermerebbero un quadro esteso non alla sola Bologna ma all’intera regione”, rimane il fatto oggettivo – prosegue il Pdl – “del fallimento della classe dirigente della sinistra che é stata incapace di percepire la necessità di cambiamento della società bolognese ed emiliana e si è limitata ad una gestione del potere, chiusa ed autoreferenziale non immune da aspetti scandalistici”. “Di fronte a tutto ciò e ricordando quanto affermato dal Pdl e dalle liste civiche che appoggiarono Cazzola in campagna elettorale”, il Pdl ritiene che occorra “in ogni caso aprire una nuova fase della vita amministrativa bolognese, individuando nuove prospettive culturali, economiche e sociali per la città, sempre più prigioniera delle lacerazioni interne della sinistra. Indubbiamente, senza fare processi alle intenzioni, si é chiusa una fase della vita politico-amministrativa del nostro comune”. Il coordinamento Pdl di Bologna riafferma “la necessità, gravemente trascurata ormai da diverse settimane, di perseguire e realizzare il bene e l’interesse della città di Bologna”, ribadendo “la volontà di confronto e di dialogo con tutte le forze politiche che si ritrovino nei valori nei progetti e nei programmi del Popolo della Libertà”.

GARAGNANI(PDL) SOLLECITA UN’INTERPELLANZA
SUL RAPPORTO POLITICA-MAGISTRATURA A BOLOGNA

L’On.Fabio Garagnani, coordinatore del Pdl bolognese, prendendo spunto dagli sviluppi dell’inchiesta avviata dalla magistratura sul sindaco di Bologna Flavio Delbono, per il periodo in cui era vicepresidente della Regione, ha sollecitato in una interpellanza il Governo ad affrontare il rapporto tra politica e magistratura a Bologna ed in Emilia-Romagna. Il parlamentare, dopo aver ricordato che per l’inchiesta c’era stata la richiesta di archiviazione della Procura, poi negata dal Gip, ha rammentato che le indagini stanno facendo emergere per l’ennesima volta l’atteggiamento “incomprensibile” di una parte della magistratura bolognese, “legittimando il sospetto di una strana collusione con gli enti locali e di una eventuale colpevole copertura di determinati atti illegittimi che si prolunga ormai da troppo tempo, e che fa sorgere comunque il sospetto anche alla luce di numerose vicende passate di connivenze politico ideologiche”.

BIGNAMI (Pdl) “DELBONO RIFERISCA SUBITO IN AULA”

Il sindaco di Bologna Flavio Delbono “ha il dovere di riferire immediatamente nell’aula del Consiglio comunale in merito a tutta la vicenda, dissipando le molte ombre e i molti dubbi che gravano sulla sua condotta. Diversamente anche l’approccio garantista che sino ad oggi ha ispirato la nostra posizione verrebbe sollecitato in maniera inevitabile”. Lo hanno detto, al termine dell’interrogatorio del sindaco in Procura, l’on.Fabio Garagnani e Galeazzo Bignami (Pdl), rilevando che “é chiaro che la secretazione del verbale comporta l’impossibilità per la cittadinanza e gli organi di stampa di valutare direttamente i contorni della vicenda nota come ‘Cinzia-gate'”. “Quello che è evidente – proseguono gli esponenti del centrodestra – è innanzitutto che l’inchiesta frettolosamente condotta la scorsa estate aveva portato colpevolmente ad una richiesta di archiviazione che oggi risulta ancor più sorprendente”. “Rimane comunque fermo – concludono – quanto espresso dal Coordinamento Pdl cittadino in relazione alla compromissione del rapporto fra il Pd e la città di Bologna, che impone una severa riflessione sul sistema di potere alimentato in questi sessant’anni di governo pressoché ininterrotto”.

(fonte ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:35274832