Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Il Bologna Jazz Festival sbarca a Modena

Con l’edizione 2010, l’appuntamento jazzistico autunnale più importante d’Italia, avrà un cartellone tutto modenese. Dal 13 al 30 novembre, una settimana di appuntamenti al Forum Monzani, Baluardo della Cittadella, Caffè Concerto, Pernilla e Galleria Civica

“Il Bologna Jazz Festival, uno dei principali appuntamenti jazz nel nostro Paese, amplia i suoi orizzonti territoriali acquisendo una dimensione regionale e sbarca anche a Modena” dice Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna. “E’ il riconoscimento della qualità del lavoro svolto in questi ultimi anni, nel promuovere in città questo genere musicale, dagli operatori modenesi. Il Baluardo, l’Auditorium del Forum Monzani e Piazza Grande, con il Caffè Concerto, costituiranno il triangolo di un Jazz d’eccezione, nazionale e internazionale. Un’occasione imperdibile non solo per gli amanti del jazz ma per tutti coloro che amano la buona musica. L’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna ha voluto contribuire alla realizzazione di questo evento, convinto della necessità di costruire sistemi territoriali e “vocazionali” che qualifichino e innovino l’offerta culturale nella nostra regione. Bologna, Modena e Ferrara si mettono insieme per essere, dal 13 al 20 novembre, l’epicentro nazionale del jazz”.

“Il pieno coivolgimento della nostra città nel Bologna Jazz Festival va salutato con grande soddisfazione”, commenta Roberto Alperoli, Assessore alla Cultura del Comune di Modena. “Parliamo di un Festival di rilievo internazionale che ha una storia importante, e di un genere musicale che ha un profondo legame anche con Modena. Con il jazz si amplia la già ricca offerta di musica in città estendendola nella direzione della qualità. Ciò è particolarmente importante oggi, in un quadro di grandi difficoltà economiche da un lato, e di predominio ossessivo della musica commerciale dall’altro. Grazie, dunque – conclude l’assessore – agli enti e alle associazioni che credono ancora nella cultura come ingrediente essenziale della nostra vita civile”.

Quest’anno il Bologna Jazz Festival diventa il festival jazz di Bologna, Modena e Ferrara, ovvero si consolida e rafforza la collaborazione fra realtà associative (MUSE e Modena Jazz Club, Ferrara Jazz Club e Associazione Bologna in Musica) che si conoscono da anni e che uniscono forze, esperienze, conoscenze e competenze in nome un progetto di ampio respiro.
All’interno del medesimo cartellone, tre città coinvolte, ciascuna con la sua personalità, con una programmazione che si colloca in continuità con il lavoro svolto nel corso degli anni da parte degli organizzatori locali, non tradendo quanto sinora costruito, ma mettendo a disposizione dell’intera manifestazione quanto conquistato in termini di seguito e interesse.

Per Modena la formula del Festival è quella delle più importanti realtà nazionali: incrociare e sovrapporre situazioni musicali e ambientali diverse in una città dalla dimensione a misura d’uomo. Un Festival corretto e coerente, per ascoltatori attenti e motivati, che privilegia la qualità ma che è anche aperto a tutti e che si candida ad essere la colonna sonora della città per una settimana.

All’Auditorium del Forum Monzani sono di scena gli artisti più famosi e le proposte più prestigiose per le quali è necessario un grande e confortevole spazio. Spetta a questa sede l’inaugurazione dell’intero Festival il 13 novembre con la Count Basie Orchestra, icona della musica mondiale, insieme a Richard Galliano, ospite il giorno successivo.
Il Baluardo della Cittadella è lo spazio dedicato al jazz autentico, nelle sue diverse espressioni, tradizionali o moderne, oggi affermato riferimento a livello nazionale per gli appassionati; a Modena per l’occasione arriveranno Pat Martino e Terence Blanchard, musicisti cult per tutti i jazzofili.
Il Caffè Concerto e il Pernilla saranno luoghi aperti a tutti con appuntamenti a orari aperitif, brunch & round midnight e proposte di giovani musicisti e artisti locali, nella direzione di rafforzare la collaborazione con realtà nazionali importanti (come il Sudtirol Jazzfestival Alto Adige) e offrire visibilità ai musicisti della nostra città.
La Galleria Civica è un luogo nuovo per il jazz, ospiterà una serata dedicata a Monk e alla gastronomia, protagonista lo chef Massimo Bottura, vanto nel mondo della nostra città. In questa occasione si ripropone la fortunata collaborazione fra la Fondazione Siena Jazz e il Festival.
Per realizzare tutto questo, nasce ed è già attiva una rete fra operatori addetti ai lavori, gestori di locali, associazioni di volontari che da tempo in tanti auspicavano potesse nascere, sicura fonte di arricchimento e nuovi stimoli per la città, all’insegna di un progetto culturale condiviso che ha tutte le premesse per essere portato avanti nel tempo.

Ufficio Stampa Mediamente Comunicazione


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList

Autore

Articolo scritto da: | 1565 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:29 ram:37762304