Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Housing per senzatetto: i numeri di Bologna e Rimini

Sono 64 i senza fissa dimora che nel giro di un anno e mezzo hanno trovato un tetto sotto cui abitare grazie al progetto “Housing first – Co.Bo” gestito dal Comune di Bologna assieme all’associazione Piazza Grande. I dati sono stati diffusi in occasione del convegno “Accogliere per ricominciare” che si è svolto presso Palazzo d’Accursio. In prevalenza gli assistiti sono uomini e la facia d’età prevalente è quella che va dai 44 ai 55 anni, il 45% di loro e” italiano, il 70% e” in strada da piu” di tre anni, ma c’è anche chi lo è da 22. Il il 40% e” in carico a servizi specialistici mentre il 30% ha problemi di dipendenza o psichici, ma non e” in trattamento. Ora abitano in appartamenti, diffusi sul territorio, dietro il pagamento di un contributo per l’affitto.

“Cosa ci chiedono le persone? Lavoro e socialita” – ha detto Serena Panico di Piazza Grande- In questo anno e mezzo abbiamo lavorato molto su questi temi”. Il progetto del Comune di Bologna prevede il pagamento di un contributo per l”affitto pari a 150 euro al mese, incontri con un case manager e il rispetto delle regole della convivenza comune, “che non decidiamo noi, ma vengono stabilite all”interno della casa”. Per quanto riguarda il pagamento del contributo, Panico spiega che “viene pagato grazie lavori saltuari, tirocini formativi e contributi dei servizi sociali, ma le persone inserite negli appartamenti hanno redditi medio-bassi, meno di 300 euro al mese, e quando terminano i tirocini o se non trovano lavoro hanno ben poca autonomia. I progetti di housing first funzionano bene nei Paesi in cui c”e” il reddito minimo di cittadinanza, in Italia si fa piu” fatica”.

È Piazza Grande a cercare le case a oggi 21 in cinque quartieri e a occuparsi di restauro e manutenzione, “ma cerchiamo di favorire pratiche di auto aiuto all”interno delle case- conclude Panico- Chi ha competenze puo” contribuire ai lavori, un altro obiettivo e” infatti quello di aumentare la partecipazione delle persone al progetto”.

A Rimini il progetto Housing first è gestito invece dall’Associazione Giovanni XXIII. A un anno dall”avvio, sono sono le persone inserite in nove monolocali. Sei sono uomini, tre italiani, hanno tra i 55 e i 69 anni e la maggior parte e” disoccupata da oltre 10 anni, hanno problematiche complesse legate al carcere o alla tossicodipendenza. A Rimini la compartecipazione alle spese riguarda il pagamento delle utenze.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7006 articoli inseriti

Copyright © 2016 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:25 ram:30344744