Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]elesanterno.com
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Giancarlo Mazzuca in 24 ore da “avanti tutta” al dietrofront

In 24 ore tutto e il contrario di tutto. Da fiero candidato in pectore, a candidato sacrificale: tutto in una notte. Accade a Giancarlo Mazzuca, parlamentare del Pdl, ex direttore del Carlino (dove l’allora collega Stefano Benni l’aveva bonariamente battezzato “Cagnone” per la sua indole pacifica, ma comunque sempre pronto a mordere, quando era necessario), indicato prima come candidato alla presidenza della Regione (come l’anti-Errani), poi invitato a battersi per il posto di sindaco a Bologna (come l’anti-candidato del centrosinistra, quando si saprà chi è), infine invitato a rimanere dov’è (in parlamento), in attesa che Pdl e Udc trovino un altro candidato ex-novo su cui convergere.

Sotto l’incalzare degli eventi Giancarlo Mazzuca – che rimane un “signore” della politica – non ha potuto fare altro che pronunciare un garibaldino “Obbedisco!” per amor di patria e di partito. Ma è chiaro che i giochi di partito sono stati fatti, e sono ancora in corso, tutti al di sopra di lui. E suo malgrado.

La prova sta in un’intervista rilasciata ieri al Corriere della Sera in cui lo stesso Mazzuca orgogliosamente ribadiva: “Perché dovrei mollare? Mica sono stato io a propormi. Me l’hanno chiesto e mi fa piacere che abbiano trovato giusto il mio nome”. “Io precario? Prima o poi mi arrabbio. Sono e resto candidato al 100 per cento”. “Battermi contro Prodi? Ci conosciamo da tempo. Ha scritto anche una prefazione ad un mio libro. Non avrei nulla da perdere”. Ed ancora “Con Casini ci conosciamo da una vita. Non ha nulla contro di me. Solo che non vuole che la mia candidatura gli venga imposta dagli altri partiti. C’è comunque la possibilità di trovare un accordo”.

Quindi fino a ieri Mazzuca avanti-march. Poi stamani il dietrofront, a Radio 24, con lo stesso Giancarlo Mazzuca che torna dignitosamente sui suoi passi “Se per caso si dovesse raggiungere un accordo, e con questo accordo scegliere un’altra persona, io per il bene della città non esiterei a tirarmi indietro”. Una retromarcia signorile, ma pur sempre una retromarcia a tutti gli effetti.

Segno che le difficoltà ad esprimere candidature non le ha solo il PD emiliano (e quello bolognese in particolare), ma anche nell’opposizione non mancano complicazioni di percorso.

Un’avvisaglia la si aveva avuta subito, dalle dichiarazioni con cui Guazzaloca aveva accolto (malamente) la candidatura di Mazzuca: “Un candidato paracadutato da Arcore”, l’aveva definito. Mazzuca si era limitato a replicare “Guazzaloca appartiene al centrodestra per modo di dire. La sua uscita non mi ha sorpreso”.

Cosa sia successo nottetempo non si sa. Fattostà che le dichiarazioni rilasciate questa mattina da Mazzuca a Radio 24 sono di segno diametralmente opposto a quelle dell’intervista del giorno prima al Corriere della Sera. “Non faccio mai discorsi personalistici – ha spiegato Mazzuca alla radio – ma solo per il bene della città”. Ed è per la “sua” città che è ancora pronto a sacrificarsi.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Andrea Musi

Autore

Articolo scritto da: | 52 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:27 ram:35204240