Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Fisco: false fatture abbassano ricavi, scoperte 1.200 ditte cinesi. Evasi oltre 250 mln

Consulenza da commercialisti cinesi laureati in italia

Vendevano fatture per acquisti o lavori inesistenti per far abbattere, attraverso finti costi, gli incassi delle ditte di alcuni connazionali che evitavano cosi’ di pagare le tasse. La guardia di finanza dell’Emilia-Romagna ha scoperto 10 aziende gestite da cinesi che hanno prodotto false fatture per oltre 1.200 aziende di imprenditori, sempre cinesi, per lo piu’ del tessile. Sono cosi’ stati sottratti al fisco in soli due anni 250 milioni di euro, e evasi 45 di Iva. Le aziende ‘cartiere’ avevano sede in Toscana, Marche, Emilia-Romagna e Lombardia. Fisso il tariffario per i ‘tarocchi’: dai 150 ai 600 euro. Il vantaggio era consistente: pagando 600 euro infatti un imprenditore e’ riuscito a portare in contabilita’ un costo (fasullo) di 390.000 euro. In alcuni casi le ditte, avendo addotto costi superiore ai ricavi, sono perfino andate a credito con il fisco. I finanzieri hanno denunciato 37 imprenditori, tra fruitori e titolari delle ‘cartiere’, per utilizzazione di fatture false per operazioni inesistenti. A breve potrebbero essere indagati tutti gli oltre 1.200 imprenditori acquirenti delle fatture false. Al gruppo non viene contestata l’associazione per delinquere, ma la finanza vuole vederci chiaro sul fatto che da tutta Italia gli imprenditori si rivolgevano sempre alle stesse dieci ditte. Non solo: andra’ anche chiarito il ruolo giocato da otto studi di commercialisti dove lavoravano cinesi di seconda generazione laureati in Italia che hanno fornito ‘consulenze fiscali’. La fatture false servivano agli imprenditori perche’ lavorano tutti in subappalto per ditte italiane della moda che fatturano i lavori. A fronte di incassi ‘innegabili’ al fisco, gli imprenditori avevano quindi trovato modo di vanificarli fiscalmente con spese mai sostenute: lavori edili o produzione di abiti. Per il generale Domenico Minervini, comandante della Gdf dell’Emilia-Romagna, questo modo di operare rappresenta ”il salto di livello della criminalita’ economica cinese”. L’indagine era partita da un’inchiesta che a Ferrara nel 2008 scopri’ una vera propria cittadella di clandestini dentro capannoni dove c’erano opifici abusivi. L’indagine porto’ all’arresto di due imprenditori e di 11 clandestini, oltre alla denuncia di 24 altri titolari di aziende. Ma controllando le carte delle ditte, i finanzieri hanno poi scoperto il giro di fatture false, di cui si servivano aziende di tutt’Italia, con la sola eccezione di Basilicata, Molise, Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Gtv srl

Autore

Articolo scritto da: | 1565 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:28 ram:35227472