Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Fini Compressori licenzia. Fiom Cgil “la Regione chieda indietro alla dirigenza i soldi della cassa integrazione”

“Da lunedì siete licenziati”. Devono essere state queste in sintesi le parole che 76 lavoratori della Fini Compressori di Zola Predosa (BO) si sono sentiti dire al telefono. La comunicazione trova conferma in altrettante lettere di licenziamento spedite dall’azienda del bolognese. Azioni che hanno provocato un’immediata potente reazione da parte della Fiom Cgil, nella persona del segretario generale di Bologna Bruno Papignani. “So di dire una cosa forte e per certi versi pericolosa, ma in questo caso la Regione dovrebbe chiedere a Fini i soldi indietro, fargli causa, chiedergli i danni”. Papignani spiega infatti come la cassa integrazione in deroga sia pagata dalla collettività e serva per evitare i licenziamenti, e per questo sarebbe opportuno anche l’intervento del Presidente della regione Vasco Errani. Il sindacalista ha spiegato come nell’ultimo incontro in Provincia un dirigente dell’azienda abbia dichiarato che c’e’ un piano industriale e che ”le banche hanno posto come condizione i licenziamenti”, altrimenti sarà il fallimento. ”Pur pensando male delle banche – chiede il segretario bolognese della Fiom – l’utilizzo della Cigs non ha per loro un costo e allora perche’ dovrebbero imporre cosi’ drasticamente i licenziamenti? Se cosi’ fosse abbiamo due avversari, la dirigenza Fini e le banche. Abbiamo il diritto di conoscere quali sono queste banche”. Sarebbe infatti un paradosso per i lavoratori dipendenti avere il conto corrente in banche che impongono il licenziamento. Per questo Fiom, Fim e
Rsu annunciano iniziative verso le banche che avrebbero fatto
pressioni sull’azienda per arrivare ai licenziamenti.
“Come organizzazioni sindacali stiamo cercando di individuare questi istituti di credito riservandoci, una volta individuati, di mettere in campo nei loro confronti tutte le iniziative possibili”. E intanto continua ad oltranza il presidio davanti all’azienda, almeno fino a che i licenziamenti (108 i lavoratori posti in mobilità) non saranno ritirati. Fiom, Fim e Rsu invitano le istituzioni a mettere in campo tutte le iniziative per far ritirare gli stessi e ripristinare un tavolo per la salvaguardia dell’occupazione.
La lotta ha un fronte comune e ben organizzato: i Comuni di Zola Predosa e Casalecchio, in collaborazione con Melamangio Spa (societa’ pubblico-privata che fornisce pasti a scuole e centri anziani, di proprieta’ dei due Comuni e di un socio privato) sosterranno la mobilitazione dei lavoratori preparando loro i pasti.
Il Sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, quello di Casalecchio di Reno Simone Gamberini e la direzione di Melamangio hanno trovato un accordo per sostenere la mobilitazione. Il Comune di Zola e’ attivo per la risoluzione della vertenza ed e’ impegnato con i lavoratori e la proprietà nel monitoraggio delle trattative e nella fornitura di beni di conforto indispensabili come, appunto, i pasti, l’energia elettrica e una tenda per il pernottamento.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Tommaso Costa

Autore

Articolo scritto da: | 1444 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:34 ram:35330320