Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Festival Verdi: fischi per “Il Trovatore”

“Il Trovatore” continua a mostrarsi opera ostica per il Festival Verdi. Ieri sera l’inaugurazione della rassegna non ha fatto eccezione. Andando indietro negli anni fino al 1990, prima edizione moderna del festival, si ricorda l’accostamento di ben due edizioni di questo capolavoro: quella che tutti conoscono e apprezzano e quella più rara scritta dal maestro per i teatri parigini, “Le Trouvere”. Entrambe le produzioni furono un fiasco e il festival morì praticamente con quelle due opere programmando negli anni successivi solo concerti che poco o nulla avevano a che spartire col compositore bussetano. Ieri “Il trovatore” è tornato sul palcoscenico del ‘Regio’ di Parma in un nuovo allestimento la cui locandina, per il prestigio dei nomi proposti, poteva tranquillamente figurare nei cartelloni del teatro alla Scala o dell’Opera di Vienna o del Metropolitan di New York. Però nella maggior parte del pubblico infatti a regnare sovrana è stata la noia, in buona parte dei loggionisti invece la rabbia.
I due protagonisti, Manrico e Leonora, interpretati da cantanti di valore come Marcelo Alvarez e Norma Fantini, hanno raggiunto a fatica la sufficienza guadagnandosi consensi di stima e di affetto. In molte altre occasioni hanno fatto ascoltare cose migliori. Del tutto insufficiente è parsa invece l’Azucena di Marianna Tarasova, probabilmente incappata in una serata no, anche se in molti hanno giurato sull’inadeguatezza della sua voce al difficilissimo ruolo della zingara verdiana. Pure se così fosse, rimane censurabile la maleducazione dello spettatore che ha urlato “Ma la pagate pure quella li?'”. Per lei tantissimi dissensi in parte ingiustificati così come allo stesso modo sono parsi smisurati i consensi a Leo Nucci, il baritono che è stato chiamato solo l’altro ieri a sostituire un collega indisposto e che ha mascherato con un grande mestiere e una lunghissima esperienza una voce che si affievolisce. La statura di grande artista è rimasta comunque ancora tutta. Sul podio Yuri Temirkanov, direttore principale dell’orchestra del ‘Regio’, nome di prestigio e levatura internazionale che un paio di anni fa riuscì a dirigere una grandissima e pluripremiata ‘Traviata’. A dimostrazione però che allora si trattava di un miracolo, difficilmente riproducile, il celebre direttore della Filarmonica di San Pietroburgo ieri sera ha dimostrato di essere lontanissimo dallo spirito verdiano e dal ‘Trovatore’ in particolare. A lui, contro ogni aspettativa, tantissimi buh e non solo dal terribile loggione. Infine la parte visiva: spettacolo ridotto al minimo nelle scenografie, probabilmente per la crisi che ormai attanaglia tutti i teatri, la regia di Lorenzo Mariani (altra celebrità dei palcoscenici di mezzo mondo) è parsa ai più innocua. Pochissimi gli applausi. Come di consueto strepitosa la prova del coro.
(ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35230400