Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

Fa andare in carcere il convivente per 2 pistole, poi si pente “Sono stata io per levarmelo di torno”

Pistole giocattoloPer togliersi di torno il convivente, che accusava anche di maltrattamenti, tramite un’amica e un parente dell’amica si è fatta rifornire di due pistole che poi ha piazzato in un armadio di casa, quindi lo ha denunciato e fatto arrestare. Poi, dopo che l’uomo era in carcere da quasi un mese, ha ritrattato. Ritrattazione che ha trovato riscontri e così l’uomo è stato scagionato e scarcerato. Per la donna, l’amica e il parente dell’amica (che sarebbero stati al corrente del piano), però, il Pm di Bologna Valter Giovannini ha fatto scattare le accuse di calunnia, e di acquisto di armi e munizioni. Tutti e tre hanno già ricevuto l’avviso di fine indagine che solitamente prelude ad una richiesta di rinvio a giudizio. La donna, 33 anni, è la stessa che il 29 giugno scorso aveva denunciato ai carabinieri di essere stata violentata a Bologna da un uomo di mezza età, distinto e molto elegante, che le aveva dato un passaggio in auto dopo che aveva litigato con il suo convivente. Il fatto era avvenuto – secondo la denuncia – in via Aposazza, periferia nord della città. Un racconto che venne ritenuto plausibile anche perché il rapporto sessuale era stato confermato dagli accertamenti sanitari. Le indagini, però, non hanno consentito di individuare l’autore del reato e così è stato chiesta l’archiviazione.
Nel corso di questa indagine, la trentatreenne raccontò anche di maltrattamenti fisici e psicologici a cui sarebbe stata sottoposta dal convivente, che ha precedenti, e parlò pure di minacce subite dall’uomo anche con l’uso di un’arma.
Ai primi di luglio la donna si ripresentò dai carabinieri dicendo che a casa il convivente teneva due pistole. La perquisizione portò alla scoperta di due pistole giocattolo modificate, pronte a sparare grazie alla sostituzione della canna, con relative munizioni artigianali. L’uomo si disse subito estraneo alle armi ma scattò l’arresto, obbligatorio in questi casi, poi ci fu un’ordinanza di custodia. Tre settimane dopo la donna andò dai carabinieri a ritrattare: le armi le ho messe io, un modo per togliermi di torno il convivente, spiegò. La trentatreenne fornì anche la ricostruzione di come si era procurata le armi. Ricostruzione che ha trovato conferma in una telefonata intercettata dagli inquirenti quando indagavano sulla violenza sessuale in cui la donna parlava con l’amica per trovare una terza persona, necessaria ad un acquisto. Acquisto che – alla luce degli sviluppi seguenti – era quello delle pistole. La donna poi ha riconfermato la ritrattazione al Pm. L’uomo è così tornato in libertà. La coppia ha tre figli, e la situazione è stata segnalata al Tribunale dei minori.

(ANSA).

Foto generica di repertorio (un distributore di pistole giocattolo)


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35486376