Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

F1: Hamilton (McLaren) re di Singapore. Rosberg e Vettel penalizzati ai box. Ferrari “assenti”

lewis-f1_1490175cDopo la pole di ieri il trionfo di oggi. A brillare nella notte della Formula 1 a Singapore è sempre la stella del campione del mondo Lewis Hamilton, mentre é notte fonda per le Ferrari che dopo una gara anonima chiudono con una magra decima piazza di Kimi Raikkonen e il penultimo posto di Giancarlo Fisichella. Ottima seconda la Toyota di Timo Glock e primo podio della stagione della Renault di Fernando Alonso che sempre in attesa dell’annuncio dello sbarco a Maranello non dimentica “papa” Flavio Briatore a cui dedica il suo, per ora miglior risultato dell’anno. Occasione sprecata di rientrare nella lotta al Mondiale per Sebastian Vettel che, secondo ad un soffio dall’inglese della McLaren, sbaglia ai box e viene penalizzato chiudendo la gara solo quarto. Finisce così la sua corsa proprio davanti al leader del campionato, Jenson Button, che grazie al suo quinto posto alla bandiera a scacchi guadagna un punto sul compagno di squadra alla Brawn Gp Rubens Barrichello, sesto alla fine e che di fatto resta l’unico a poterlo impensierire realmente per il titolo. A tre Gp dal termine della stagione il brasiliano si trova a -15 e il tedesco della Red Bull a -25.
Pronti via, ed è subito Hamilton il leader della corsa. Al semaforo verde il campione del mondo della McLaren vola al comando grazie anche ai cavalli in più regalatigli dal suo Kers. Bene in avvio anche la Williams di Nico Rosberg che si mette alle spalle la Red Bull di Sebastian Vettel che partiva dalla seconda piazza. Guadagnano posizioni le due Brawn Gp che scattavano dalle retrovie: Button dalla dodicesima posizione si ritrova in decima, mentre il compagno di squadra Rubens Barrichello avanza di tre posizioni fino alla settima. Prima ‘vittima’ della notte di Singapore, ironia della sorte, il sostituto di Piquet Junior alla Renault: il francese Roman Grosjean già debilitato da una infezione intestinale deve lasciare la gara dopo solo tre giri per un inconveniente ai freni. Mantiene la sua posizione, la tredicesima, in partenza la Ferrari di Kimi Raikkonen, mentre la F60 di Giancarlo Fisichella avanza di due posti, dalla 18/a alla 16/a.
Grave errore di Rosberg dopo il primo pit-stop: il tedesco della Williams taglia un cordolo oltrepassando la linea bianca in uscita dai box e viene penalizzato con un drive-through (obbligo di transito sulla pit-lane).
A 41 giri dalla fine come l’anno scorso torna protagonista la safety-car, proprio quella che consentì ad Alonso di vincere nel 2008: errore di Adrian Sutil su Force India che sbaglia il sorpasso, si gira e nel ripartire colpisce la Bmw di Nick Heidfeld che si ritira. Tutte le vetture ne approfittano per effettuare il primo pit-stop e durante la sua sosta la Toro Rosso di Jaime Alguersuari parte prima del previsto restando con il bocchettone del carburante attaccato e travolgendo senza conseguenze tre meccanici della sua scuderia.
Dopo cinque giri rientra la safety-car con Hamilton sempre al comando, ma con i distacchi azzerati: Vettel si ritrova secondo grazie alla penalità inflitta a Rosberg, mentre è terza la Toyota di Timo Glock davanti allo spagnolo della Renault Fernando Alonso. La prima delle Ferrari è quella di Raikkonen, 12/o, mentre Fisichella è 15/o.
Il tedeschino della Red Bull vede la possibilità di tenere aperto il Mondiale piloti e prova a prendere Hamilton ora ad un soffio. Comincia una sfida tra i due a colpi di giri veloci sul circuito nella città-stato del sud-est asiatico, nella rincorsa al campione del mondo Vettel perde lo specchietto retrovisore ma l’inconveniente non sembra dargli problemi. Il giovane della Red Bull si ferma però dopo poco per il secondo pit-stop e qui finiscono le sue speranze di vittoria e probabilmente di tornare in lotta per il titolo: supera il limite di velocità nella corsia box e come Rosberg viene penalizzato con un drive-through. A sedici giri dal termine problemi per l’altra Red Bull di Mark Webber che dopo finisce la gara contro un muretto, ma senza conseguenze per il pilota australiano. Poi fino alla fine non succede più niente: comincia la festa per Hamilton e anche per il suo ‘vecchio nemico’ in McLaren Alonso che può dedicare il miglior risultato dell’anno a Briatore. Qui a Singapore, dove nella notte targata 2008 per mister Billionaire fu l’inizio della fine.

DOMENICALI (FERRARI) ABBIAMO PRESO UN 12-0 DALLA MCLAREN, QUESTO WEEKEND DOBBIAMO RICORDARCELO

“Possiamo dire che è un weekend da dimenticare? No, dobbiamo ricordarcelo perché le cose vanno ricordate sempre e tutte. Non dobbiamo dimenticarcelo. Abbiamo visto che la prestazione non è stata all’altezza di quello che pensavamo, l’avevamo visto dalle qualifiche di ieri”. Il team principal della Ferrari Stefano Domenicali non nasconde ai microfoni di Sky la delusione per la brutta prestazione della Ferrari a Singapore. “La gara – spiega Domenicali – è stata lo specchio della situazione, è chiaro che partendo così indietro è difficile recuperare e prendere punti. Purtroppo oggi il bilancio è negativo perché abbiamo preso un 12 a 0 rispetto alla McLaren e questo è sicuramente un passo indietro rispetto al nostro obiettivo, ma devo dire che questo non cambia il nostro approccio alle prossime gare perché dobbiamo mantenere la concentrazione alta, dobbiamo spingere per quello che possiamo con il pacchetto che mettiamo in pista in questo momento, poi vedremo. Una cosa che va sottolineata, a parte la prestazione della McLaren nelle ultime gare – conclude il responsabile della gestione sportiva della Ferrari – è che le altre sono state abbastanza fluttuanti, quindi bisogna stare lì e lavorare”.

HAMILTON,SEMPLICE VINCERE, E’ STATA UNA RICOMPENSA PER LO SMACCO DI MONZA

“E’ stata una gara dura ma per me è stato semplice vincere. Sono partito bene e ho semplicemente controllato la corsa e soprattutto i pneumatici. Ringrazio la squadra e tutta la mia famiglia”. Il campione del mondo con la McLaren Lewis Hamilton ammette di non aver avuto grossi problemi a condurre dall’inizio alla fine il Gran Premio in notturna di Singapore. Difficile correre di notte? “Sì – aggiunge l’inglese della McLaren nella conferenza Fia al termine della gara trasmessa dalla Rai – è stata una gara dura, non c’é mai una pausa e ci vuole molta concentrazione su questa pista. Speravo di fare un buon risultato come ricompensa dell’errore di Monza”. Problemi con Kers? “Un po’ all’inizio ho dovuto disabilitarlo e per poi farlo ripartire”.

ALONSO, DEDICO IL PRIMO PODIO DEL 2009 A BRIATORE

“Voglio dedicare questo primo podio della stagione a Flavio Briatore che ci ha seguito da casa”. Il giorno del primo podio della stagione per la Renault il pilota spagnolo Fernando Alonso ha una speciale dedica da fare nei confronti del suo ex team principal, radiato dal mondo della Formula per la vicenda del falso incidente di Piquet Junior a Singapore 2008. “Il risultato – aggiunge Alonso nella conferenza Fia dopo la gara trasmessa dalla Rai – è fantastico per la squadra, è il primo podio della stagione. Devo dire che è stato fantastico arrivare in questa posizione, abbiamo avuto un buon ritmo e la squadra è stata fantastica come lo è stata per tutta la stagione in questo momento speciale che la scuderia ha attraversato dopo Monza”.

F1: SINGAPORE – CLASSIFICHE

Classifica del Gp di Singapore, 14/a gara del mondiale di Formula 1.

1. Lewis Hamilton (Gbr/McLaren-Mercedes) 309,316 km in 1h56:06.337 (media: 159,727 km/h)
2. Timo Glock (Ger/Toyota) a 9.634
3. Fernando Alonso (Spa/Renault) 16.624
4. Sebastian Vettel (Ger/Red Bull-Renault) 20.261
5. Jenson Button (Gbr/Brawn-Mercedes) 30.015
6. Rubens Barrichello (Bra/Brawn-Mercedes) 31.858
7. Heikki Kovalainen (Fin/McLaren-Mercedes) 36.157
8. Robert Kubica (Pol/Bmw-Sauber) 55.054
9. Kazuki Nakajima (Gia/Williams-Toyota) 56.054
10. Kimi Raikkonen (Fin/Ferrari) 58.892
11. Nico Rosberg (Ger/Williams-Toyota) 59.777
12. Jarno Trulli (Ita/Toyota) 1:13.009
13. Giancarlo Fisichella (Ita/Ferrari) 1:19.890
14. Vitantonio Liuzzi (Ita/Force India-Mercedes) 1:33.502

CLASSIFICA CAMPIONATO MONDIALE PILOTI:

1. Jenson Button (Gbr) 84 punti
2. Rubens Barrichello (Bra) 69
3. Sebastian Vettel (Ger) 59
4. Mark Webber (Aus) 51,5
5. Kimi Raikkonen (Fin) 40
6. Lewis Hamilton (Gbr) 37
7. Nico Rosberg (Ger) 30,5
8. Fernando Alonso (Spa) 26
9. Timo Glock (Ger) 24
10. Jarno Trulli (Ita) 22,5
11. Felipe Massa (Bra) 22
12. Heikki Kovalainen (Fin) 22
13. Nick Heidfeld (Ger) 12
14. Robert Kubica (Pol) 9
15. Giancarlo Fisichella (Ita) 8
16. Adrian Sutil (Ger) 5
17. Sebastien Buemi (Svi) 3
18. Sebastien Bourdais (Fra) 2

CLASSIFICA CAMPIONATO MONDIALE COSTRUTTORI:

1. Brawn 153 punti
2. Red Bull 110,5
3. Ferrari 62
4. McLaren 59
5. Toyota 46,5
6. Williams 30,5
7. Renault 26
8. Bmw 21
9. Force India 13
10. Toro Rosso 5.

(ANSA).


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Redazione

Autore

Articolo scritto da: | 7145 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:33 ram:35290096