Telesanterno Gtv S.r.l.
Email: [email protected]
Phone: +3905163236
Url:
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore, BO 40013
photo of Telesanterno Telesanterno Television Gtv S.r.l.
Gtv S.r.l.
Via C. Bonazzi 51
Castelmaggiore,BO,40013 Italy
+3905163236
Jabber
Television

This hCard created with the hCard creator.

L’Emilia-Romagna si candida ad ospitare il progetto internazionale sul nucleare pulito

Potrebbe essere la sede Enea del lago Brasimone, sull’Appennino bolognese, ad ospitare l’impianto pilota del progetto internazionale DTT, ovvero Divertor Tokamak Test, che si propone di creare un mini reattore pilota a fusione nucleare per la produzione di energia pulita. Con una delibera approvata lunedi’, la giunta Bonaccini ha deciso di candidare l’Emilia-Romagna essere la Regione ospitante dell’impianto. Il progetto, in fase di valutazione da parte dell’UE, per il finanziamento, comporta un investimento di sette anni, oltre ad attività sperimentali per 25 e si stima che abbia un valore complessivo per 500 milioni di euro che avrebbero un impatto consistente dal punto di vista socio-economico sul territorio . Alla Regione disponibile a ospitarlo e’ richiesto di contribuire al budget complessivo di 15 milioni di euro nell’arco dei sette anni, e l’Emilia-Romagna e’ dunque pronta a fare stanziamenti nei prossimi bilanci se la candidatura dovesse andare in porto.

Nei mesi scorsi il sindaco metropolitano Virginio Merola si era già espresso favorevolmente nei confronti del progetto e il parlamentare PD Gianluca Benamati aveva presentato in commissione Attivita’ produttive alla Camera una risoluzione poi approvata, che impegna il Governo ad attivarsi perche’ il progetto si realizzi in Italia. Prima di presentarla al ministero dello Sviluppo economico e all’Enea, la candidatura e’ stata condivisa anche con l’Alma Mater di Bologna che ha già firmato un accordo quadro di collaborazione proprio con l’Enea per supportare la realizzazione del Dtt. Il 29 settembre anche Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana ha espresso “piena condivisione” per la candidatura dell’Emilia-Romagna anche per le ricadute favorevoli sul tessuto produttivo dei territori di entrambe le Regioni.

“La produzione di energia attraverso fusione nucleare non presenta rischi di emissioni radioattive- sottolinea la Regione- ne’ conseguenze ambientali ed e’ al tempo stesso in grado di produrre grande quantita’ di energia da immettere nella rete”. La realizzazione di questo progetto, dunque -viene spiegato- “rappresenta una grande opportunita’ dal punto di vista scientifico e tecnologico per il nostro Paese, con la possibilita’ di generare una svolta nella produzione di energia pulita e sicura per il futuro”.


Twitter Facebook StumbleUpon Delicious LinkedIn BlinkList
Vittorio Pastanella

Autore

Articolo scritto da: | 1107 articoli inseriti

Copyright © 2017 Telesanterno. All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - sede operativa v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna - tel: 051 63236 - fax: 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 2.692.375,00 i.v.
Concessionaria per la pubblicità per questa televisione Publivideo2 Srl.

q:22 ram:35252720